Abusivismo edilizio, due demolizioni a Porto Cesareo

I carabinieri della Compagnia di Campi salentina hanno proceduto alla demolizione di due immobili: l’uno a Riva degli Angeli, l’altro in località Padula.

Due immobili demoliti nel giro di poche ore, il tutto in base al finanziamento regionale che permette la distruzione dei cosiddetti ecomostri.

Il primo è stato demolito in località Riva degli Angeli con provvedimento disposto dalla Procura della Repubblica di Lecce. L’attività è stata eseguita dai carabinieri della compagnia di Campi Salentina, con l’ausilio dei Vigili del fuoco e della Polizia municipale.

Ridotta in macerie anche una villetta di circa 200 metri quadri in località “Padula Fede” , sempre nel centro jonico, che si ergeva a circa 400 metri dal mare.

Prosegue, quindi, l’ attività di Forze dell’ordine e Istituzioni contro l’abusivismo, contro le opere che deturpano l’ambiente anche grazie all’ausilio del fondo regionale dedicato, che è stato stanziato al fine di mettere al suolo quei tanti ecomostri di cui la Puglia è purtroppo piena.

I soldi regionali provengono, in base alla delibera regionale di riferimento, da un fondo di rotazione e contituiscono un’anticipazione, ovvero i Comuni beneficiari hanno 5 anni di tempo per restituire il denaro e gli stessi Enti si rivalgono successivamente sui proprietari degli immobili demoliti.



In questo articolo: