Droga in riva al mare a Capodanno: rinvenuto un borsone di ‘maria’ alle Cesine

I carabinieri di Lecce, durante un normale servizio di perlustrazione dell’area protetta Le Cesine, hanno rinvenuto un borsone con all’interno tredici panetti di sostanza stupefacente, con ogni probabilità del tipo marijuana.

Durante i controlli per le festività, i Carabinieri della Compagnia di Lecce – pur concentrandosi principalmente sull’attività preventiva e repressiva nei luoghi di aggregazione sociale – non hanno omesso di portare avanti parallelamente anche il normale controllo del territorio, sia all’interno che all’esterno dei centri abitati della provincia. Nell’ambito questi controlli, nella mattinata di Capodanno, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, pattugliando anche i percorsi e gli sbocchi a mare nella riserva delle Cesine, si sono imbattuti nel ritrovamento di un borsone, abbandonato sull’arenile e per una parte lambito dal mare.
 
Al suo interno vi erano tredici panetti, confezionati con del cellophane e dello scotch da pacchi, verosimilmente contenenti marijuana, del peso complessivo di trentasei chilogrammi. Dalle prime ipotesi, potrebbe trattarsi di un carico perso da trafficanti durante un avvicinamento alla spiaggia per l’approdo, ma anche di parte di un carico lì lasciato da parte degli stessi trafficanti in fretta e furia a seguito di una repentina fuga proprio per la presenza dei carabinieri.
 
La sostanza comunque è stata sequestrata, in attesa di disposizioni da parte della Procura della Repubblica di Lecce, e contestualmente è stata avvisata anche la Direzione Centrale per i Servizi Antidroga per la conseguente attività di analisi e tracciamento della sostanza che verrà effettuata unitamente ai Carabinieri della Compagnia di Lecce. Notizia che, in un certo senso, ricorda il ritrovamento – sempra da perte degli uomini dell'Arma salentina – di ciò che venne definito un vero e proprio laboratorio clandestino di sostanza stupeacente a Frigole. In questo caso speficico, però, non si trattava di marijuana.

 



In questo articolo: