Droga nel weekend estivo. Operazioni a tappeto dei carabinieri di Maglie

Week end di controlli per i militari della Compagnia magliese. Una persona è¨ stata arrestata per spaccio e sono scattate varie denunce in altri episodi

Fine settimana intenso sulle strade salentine. Il traffico estivo del sabato sera sembra aver avuto inizio e, con esso, si intensificano i controlli dei carabinieri. In particolare, gli uomini della Compagnia di Maglie hanno eseguito un servizio straordinario impiegando circa 40 militari e 20 autovetture.
L’occhio vigile dei militari si posa soprattutto sui locali dove lo spaccio di droga si insinua tra le pieghe del divertimento giovanile. Nel corso del servizio di controllo, infatti, è stato tratto in arresto Gianluca Viggiano, 19enne di Massafra, di professione panettiere, poiché è stato sorpreso all’interno di una nota discoteca del litorale salentino mentre spacciava ad altri giovanissimi piccole quantità di metanfetamine del tipo MDMA in cristalli. A seguito di regolare perquisizione personale, Viggiano è stato trovato in possesso di un involucro di cellophane contenente 1 gr. di MDMA ed 1 gr. di hashish, entrambi sottoposti a sequestro.
Come da procedura, il 19enne è stato arrestato per spaccio di stupefacenti e sottoposto al regime degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Oltre all’arresto, numerosi sono stati i casi di droga. Un 23enne, M.D. di  Melendugno, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, è stato trovato in possesso di 3 involucri contenenti gr. 8,5  di marijuana, nonché un tritaerba e materiale idoneo al confezionamento delle dosi; M.M. 35enne di Martano, è stato trovato in possesso di un involucro contenente gr. 30 di marijuana.
Lungo le strade, poi, tanti sono stati i veicoli controllati e P.B., 30enne di Borgagne, è stato deferito per guida senza patente poiché sorpreso alla guida di un veicolo non di proprietà, sprovvisto di patente di guida poiché revocata; L.M. 52enne  di Castrignano Dei Greci è stato sorpreso alla guida della propria autovettura in stato di ebbrezza alcoolica pari a 0.66 g/l e, non contento, nel corso della contestazione ha pure velatamente minacciato i militari operanti e, per questo, è stato deferito anche per minacce a pubblico ufficiale.

E ancora, D.S. 20enne di Germini di Ugento, è statodeferito per porto abusivo di oggetti atti ad offendere poiché, a seguito di controllo e perquisizione personale, è stato trovato in possesso di una noccoliera in metallo; M.L. 20enne di Santa Cesarea Terme è stato trovato in possesso di grammi 4.5 di cocaina e materiale vario per taglio e confezionamento delle dosi; M.L. 43enne  di Poggiardo, già sottoposto al regime degli arresti domiciliari, a seguito di controllo presso il proprio domicilio, è stato trovato in possesso di 5 piante di marijuana e 5 compresse di suboxone, di cui ha tentato disfarsi nel corso del controllo, poi prontamente recuperate da operanti e sottoposte a sequestro.

Una pensionata di Cannole è stata poi raggiunta da un differimento per furto di gas per aver manomesso il contatore della fornitura gas metano presso l’abitazione di residenza, consentendo illecita erogazione di oltre 223 metri cubi di combustibile.

E poi sono finiti nei guai altri due soggetti per guida senza patente, un 31enne di Sogliano Cavour e un senegalese di Cursi.
S.S. 63enne di Castrignano de Greci, sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, a seguito di controllo presso il proprio domicilio, è stato sorpreso in compagnia di soggetti controindicati, in violazione alle prescrizioni imposte dalla misura di prevenzione alla quale è sottoposto, mentre G.M. 23enne di Scorrano, a seguito di controllo poiché coinvolto in un sinistro stradale in San Cassiano, è stato trovato possesso di un  contrassegno assicurativo relativo all’autovettura di proprietà, palesemente contraffatto, sottoposto a sequestro. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro amministrativo.
In ultimo, I.F. 24enne rumeno di Ortanova, a seguito di controllo, risultava aver omesso di presentarsi presso la Prefettura di  Taranto per regolarizzare la propria posizione sul territorio nazionale, poiché già gravato da provvedimento di espulsione.
 
Nel corso del servizio molti giovani sono stati poi deferiti per guida sotto l’influenza di stupefacenti o rifiuto di sottoporsi ai relativi esami. Infine sono state segnalate alle competenti Prefetture ben 28 persone di età compresa tra i  17 e i 30 anni per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti. Sequestrate complessivamente circa 6 grammi di cocaina, 8 grammi di hashish, 56 grammi di marijuana, 5 piante di marijuana, 5 compresse di suboxone, 7 spinelli ed un grammo di MDMA.