43enne scomparso e poi ritrovato senza vita in un compattatore. Gli accertamenti escludono l’omicidio

Nelle scorse ore, il medico legale Ermenegildo Colosimo ha eseguito l’esame esterno cadaverico dell’uomo, da cui è emersa la conferma del gesto volontario.

I primi accertamenti tecnici escludono l’ipotesi dell’omicidio, riguardo la triste vicenda del 43enne di Taviano scomparso nella giornata dell’1 gennaio e ritrovato morto due giorni fa, con il corpo maciullato, all’interno di un compattatore.

Nelle scorse ore, il medico legale Ermenegildo Colosimo ha eseguito l’esame esterno cadaverico dell’uomo. Andrea Ferrari, come già emerso già dai primi accertamenti investigativi, si sarebbe suicidato. Ad avvalorare l’ipotesi del gesto volontario, tra le altre cose, il fatto che fosse vivo quando si è infilato nel compattatore. Successivamente, il suo corpo è stato fatto a brandelli dal mezzo meccanico.

La ricostruzione dei fatti

Andrea Ferrari, si era allontanato da casa nella giornata dell’1 gennaio, a bordo di una Renault Clio, targata CA267HD, di colore grigio. Al momento dell’allontanamento aveva la barba incolta e indossava pantaloni verde militare, un maglione con fascia bordeaux e scarpe da ginnastica bianche. L’ultimo suo avvistamento si è riscontrato nella città di Gallipoli ed è proprio nella “Città Bella” che la sua auto è stata ritrovata all’interno del parcheggio dell’Eurospin, nei pressi di lido San Giovanni.

A denunciare la scomparsa la madre che non vedendolo tornare ha allertato le Forze dell’Ordine e, a seguito della denuncia, la Prefettura di Lecce ha attivato il piano coordinato per la ricerca delle persone scomparse e alle ricerche stanno partecipando attivamente oltre che gli uomini delle Forze dell’Ordine, anche i Vigili del Fuoco, il 118, i volontari della Croce Rossa e della Protezione Civile.

Pochi giorni dopo, all’interno di un’azienda di Galatone che si occupa della raccolta dei cartoni è stato rinvenuto il corpo senza vita dello scomparso.

Dopo l’esame esterno cadaverico sono state attivate le procedure per la restituzione della salma alla famiglia.



In questo articolo: