Sequestrati dalla GdiF oltre 500 kg di marijuana destinati al Salento. In manette due scafisti albanesi

La sostanza stupefacente era confezionata in 24 involucri di varie dimensioni che immesse sul mercato clandestino avrebbe fruttato quasi cinque milioni di euro. Da inizio anno sono 16 le tonnellate sequestrate dalle Fiamme Gialle.  

Le Unità Navali della Guardia di Finanza, nel corso della quotidiana attività di pattugliamento, hanno sequestrato al largo di Brindisi un gommone carico di sostanza stupefacente.

In particolare, le operazioni, espletate anche grazie al supporto dei mezzi impegnati nell’operazione “Themis 2018” dell’Agenzia Frontex coordinata, a livello nazionale, dall’lnternational Coordination Centre (I.C.C.), istituito presso il Comando Operativo Aeronavale Guardia di Finanza di Pratica di Mare in provincia di Roma e in Puglia, dal Gruppo Aeronavale Guardia di Finanza di Taranto, hanno permesso di individuare un gommone con due scafisti che alla vista delle Unità Navali hanno tentato di fuggire liberandosi del carico.

Dopo un breve inseguimento in mare, sono stati recuperati e sequestrati 557 chilogrammi di marijuana, confezionata in 24 involucri di varie dimensioni che immesse sul mercato clandestino avrebbe fruttato quasi cinque milioni di euro e arrestati i due scafisti di origine albanese rispettivamente un 32enne e un 27enne.

L’operazione aeronavale, condotta dalle Unità Aeronavali delle Fiamme Gialle, conferma ancora una volta l’efficacia del dispositivo di presidio marittimo messo in atto dalla Guardia di Finanza quale “polizia del mare” e la consolidata collaborazione operativa e informativa con le Autorità di polizia albanesi, tramite il Nucleo di Frontiera Marittima della Guardia di Finanza di stanza a Durazzo e l’Ufficiale di collegamento della Polizia Albanese in Italia.

I risultati da inizio anno

Dall’inizio dell’anno 2018, sono stati arrestati 39 scafisti, sequestrate oltre 16 tonnellate di marijuana dalla Guardia di Finanza in Puglia e 16 imbarcazioni.