Estate: sole, mare e incendi. Giornata “nera” per i vigili del Fuoco: 500 richieste al 115

Giornata “nera” per i Vigili del Fuoco di Lecce impegnati, sin dalle prime ore della mattina, a spegnere incendi di alberi, sterpaglie e macchia mediterranea.

Estate: tempo di sole, mare e incendi. Il rischio che scoppino roghi – vuoi a causa del degrado e dell’abbandono, vuoi per i piromani che, per i più svariati motivi, si divertono a distruggere l’ambiente – si ripresenta puntuale con l’inizio della bella stagione. Il copione è sempre lo stesso, le telefonate al numero di emergenza “richiamano” i Vigili del Fuoco che lavorano incessantemente per domare le fiamme, in alcuni casi con difficoltà. È stato così anche oggi. Fin dalle prime ore del mattino, infatti, i caschi rossi sono stati impegnati a spegnere diversi incendi scoppiati in diversi punti del Salento.

I numeri fotografano bene il problema. Sono più di 500 le richieste di soccorso pervenute al numero 115 con decine di interventi effettuati. La situazione più critica si è verificata quando l’orologio aveva segnato le 14.00, tanto che è stato richiesto il supporto di una sezione operativa proveniente dal Comando Bari.

Gli interventi più rilevanti si sono avuti sulla provonciale 362 Lecce-Galatina, dove due squadre dei Vigili del Fuoco hanno cercato, per oltre 9 ore, di spegnere un incendio, evitando che le fiamme raggiungessero alcune abitazione e aziende agricole. In questo caso sono andati in fumo in 120 ettari di sterpaglie e alberi.

Ad Andrano due squadre, Tricase e Ugento, hanno impedito che le fiamme – che stavano interessando alberi e sterpaglie – intaccassero una struttura ricettiva e diverse abitazioni. Anche qui, “sono andati in fumo” più di 100 ettari.

Ad Alliste la squadra di Gallipoli unitamente ad un supporto con autobotte e il Direttore Operazioni di Spegnimento hanno lavorato per diverse ore prima di riuscire a domare un incendio che ha interessato oltre 15 ettari. Anche in questo caso l’impegno dei vigili del fuoco ha evitato che alcune abitazioni venissero interessate dalle fiamme. A Santo Isidoro la squadra di Veglie ha operato per diverse ore in un appezzamento di terreno, all’interno del centro abitato, evitando anche in questo caso “danni” a cose e persone. E ancora Martignano, Soleto, Surbo, Leverano, Lecce, Novoli: questi i comuni più colpiti dagli incendi.

Al momento sono ancora in corso le operazione di spegnimento sull’intero territorio salentino.