Madre rapisce la figlia lanciandola da una finestra. La fuga finisce in Germania e la donna viene denunciata col compagno

E’ terminata la fuga della madre della piccola rapita a Ostuni da una casa famiglia dove si trovava in attesa di affido. Ora per i due c’è la denuncia. GUARDA IL VIDEO DEL RAPIMENTO

La piccola di 2 anni era presso una casa famiglia in attesa di essere affidata ad un altro nucleo familiare, ma la madre, una donna 23enne di Casarano,  sembra non voglia rassegnarsi alla lontananza tanto da arrivare a rapirla con l’aiuto del compagno, uno zio dell’ex marito.

E’ accaduto a Ostuni dove la signora si è recata in visita alla sua bambina. Qui, approfittando pare della distrazione del personale della struttura di accoglienza, la donna ha lanciato la figlia tra le mani del compagno che attendeva sotto la finestra che si affacciava su un' autorimessa. Poi si è lanciata anche lei dal quarto piano, planando sull’utilitaria di colore bianco sulla quale, poi, sono scappati.

Da qui la fuga rocambolesca organizzata nei minimi dettagli, con tanto di appoggi oltrefrontiera. Ma l’intensa attività di ricerca condotta dal personale di Polizia dei commissariati di Ostuni e Taurisano, in collaborazione con le autorità tedesche, ha permesso di rintracciare la bambina in Germania e denunciare la signora con il suo compagno, un 61enne di Ugento.
I due potevano contare su una disponibilità di auto e appartamenti dove poter portare la bimba, oltre che di contatti sul territorio.

Ora la piccola sta tornando in Italia, mentre i due sono stati denunciati e sono ovviamente oggetto di attenzione da parte delle autorità.



In questo articolo: