Sequestrate opere edilizie non a norma a Castrignano. Due denunce

L’operazione eseguita dagli agenti del Comando della Stazione forestale di Otranto e Tricase hanno sequestrato delle opere edilizie abusive sulla fascia della litoranea Gallipoli-Leuca.

Alcuni bagni, un pergolato con tettoia in legno e un edificio in via di costruzione. Tutti non a norma, tutti sequestrati dalle guardie.

I forestali dei Comandi della stazione di Otranto e Tricase hanno sequestrato in località “Contrada Marchiello”, in agro di Castrignano del Capo, un pergolato coperto da una tettoia in legno, dei servizi igienici coperti con struttura costituita da pannelli coibentati di lamierino, altri servizi igienici in muratura ed un principio di costruzione in muratura posto a ridosso dei muri in pietrame a secco esistenti. 

Queste opere edilizie, realizzate su un’area adibita ad uso verde attrezzato e con un parcheggio riservato ad uso pubblico, sono state eseguite in assenza ed in difformità dai titoli autorizzativi, in area ricadente entro la fascia dei 300 metri dal mare sulla litoranea Leuca- Gallipoli ed in zona sottoposta a vincolo paesaggistico ai sensi del Putt Paesaggio. Sono stati, inoltre, denunciati i proprietari del terreno. Si tratta di due uomini entrambi di Gagliano del Capo, rispettivamente di 52 e di 47 anni.



In questo articolo: