Sequestri a raffica alla festa di Sant’Oronzo, polizia municipale in assetto ‘anti abusivi’

Sette sequestri ad opera degli agenti della Polizia municipale leccese nei controlli anti-abusivi che espondono senza autorizzazione merce su bancarelle improvvisate. Fermato anche un ciclomotore privo di targa e assicurazione.

Come ogni anno la Festa dei Santi Patroni vede accanto alle bancarelle autorizzate teli e banchetti improvvisati di ambulanti abusivi che vendono mercanzia di ogni genere. Così, giù con i sequestri della Polizia municipale come accaduto ieri.

Sette sono stati gli interventi che gli operatori preposti al servizio anti-abusivismo commerciale hanno portato a termine tra Via Trinchese,Via XXV Luglio e Piazza S. Oronzo, le vie della festa.
 
Giocattoli, accessori per la telefonia, collanine, ma anche scarpe dai marchi presumibilmente contraffatti, proprio la stessa merce che ha fatto bella mostra sulle spiagge nel corso di tutta l’estate.
 
Gli agenti hanno sorpreso i venditori abusivi confusi tra le bancarelle della seconda giornata di festeggiamenti per i Santi Patroni, nel fiume di visitatori che affollavano le vie del centro storico.  E proprio il gran numero di persone presenti ha consentito agli ambulanti abusivi di dileguarsi alla vista degli operatori e di sottrarsi all’identificazione.
 
Oltre ai sequestri di merce, ai sensi dell’art. 193 del Codice della Strada, gli agenti della Municipale hanno provveduto al sequestro ai fini della confisca di un ciclomotore. Il veicolo stava transitando lungo la circonvallazione e proprio non poteva sfuggire all’attenzione degli agenti perché non dotato della regolare targa, ma ancora recante la cosiddetta “targhetta” vecchio modello ormai fuori norma dal febbraio del 2012.

Inevitabile è stato il fermo del veicolo a cui è seguito il controllo alla luce del quale è emerso che il due ruote era anche privo di copertura assicurativa e senza la prescritta revisione.



In questo articolo: