“Datemi i soldi”. 42enne minaccia tre commercianti di Lizzanello, ma finisce in carcere

I tre commercianti minacciati si sono rivolti ai carabinieri per porre fine, una volta per tutte, alle richieste di denaro avanzate ripetutamente da un 42enne del posto. L’uomo, volto noto, è stato rintracciato e arrestato con l’accusa di tentata estorsione.

auto-carabinieri

Ha minacciato tre commercianti di Lizzanello per convincerli “con le cattive a consegnargli il denaro – somme variabili da 50 a 100 euro – ma qualcosa è andato storto e per Davide Longo, quarantaduenne del luogo il “giro estorsivo” tra i locali del suo paese si è concluso a Borgo San Nicola. L’uomo, volto già noto alle forze dell’ordine, non ha fatto i conti con i Carabinieri che, dopo aver ascoltato il racconto delle vittime stanche delle richieste, si sono messi sulle sue tracce.

L’arresto in flagranza con l’accusa di tentata estorsione

Il 42enne aveva minacciato tre commercianti del posto, per estorcergli denaro. I titolari del supermercato, della tabaccheria e del negozio di alimentari presi di mira, però, hanno chiesto aiuto ai Carabinieri per porre fine alle richieste dell’uomo che aveva ripetutamente chiesto soldi, somme variabili tra i 50 ed i 100 euro.

I militari, alla fine, lo hanno rintracciato e bloccato. Il 42enne, come detto, è stato arrestato in flagranza, con l’accusa di tentata estorsione e accompagnato presso la Casa Circondariale di Lecce, una volta concluse tutte le formalità di rito. Ora si trova a Borgo San Nicola così come disposto dall’autorità giudiziaria.



In questo articolo: