Trovato senza vita nelle campagne di Nardò. Mistero sulla morte di un bracciante indiano

Sul corpo di Sandhu Gurte, un bracciante 32enne di nazionalità indiana, ma residente a Nardò trovato senza vita da alcuni suoi colleghi nelle campagne dell’azienda agricola dove lavorava, non ci sarebbero segni di violenza. È giallo sulle cause della morte.

Lo hanno trovato riverso sul pavimento di un’azienda agricola di Nardò dove lavorava, privo di vita. A notare il corpo esanime di Sandhu Gurte, un bracciante 32enne di nazionalità indiana, ma domiciliato da tempo nel comune a ridosso della costa ionica, sono stati alcuni suoi colleghi che, senza perdere tempo, hanno immediatamente attivato la macchina dei soccorsi.
 
Un’autoambulanza del 118, infatti, ha raggiunto in pochi minuti la struttura indicata, in via Suor Lucia, ma i sanitari a bordo del mezzo si sono subito accorti che per l’uomo non c’era più nulla da fare. Inutile qualsiasi tentativo di strappare il 32enne alla morte: non restava altro da fare che constatarne il decesso.
 
Sul posto anche gli agenti di polizia del commissariato di Nardò per effettuare tutti i rilievi del caso. A loro spetterà il compito di ricostruire gli ultimi istanti di vita del 32enne. Tante sono, infatti, le domande che aspettano di trovare risposta. Le uniche informazioni a disposizione, al momento, le ha fornite il medico legale che dalla prima ispezione cadaverica effettuata sul corpo del povero bracciante ha ipotizzato che l’uomo potrebbe essere spirato a causa di un arresto cardiocircolatorio sopraggiunto, forse, in seguito ad un malore. È probabile che il caldo di queste ore abbia giocato la sua, ma ancora sono solo e soltanto supposizioni. Quel che è certo è che non ci sarebbero segni di violenza.
 
La salma è stata trasferita presso la camera mortuaria dell’Ospedale ‘Vito Fazzi’ di Lecce così come disposto dal pubblico ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, Stefania Mininni. L’esame necroscopico sarà eseguito, con ogni probabilità, già domani mattina e non è escluso che l’autopsia possa chiarire fare luce sulla vicenda che al momento resta avvolta nel mistero.



In questo articolo: