Vetrata presa a colpi di fucile nella notte: mistero a Trepuzzi

Due colpi di fucile hanno raggiunto la vetrata che protegge il garage di un’abitazione situata nella periferia di Trepuzzi; indagano i Carabinieri, ma sembra che sia già da escludere la matrice estorsiva o intimidatoria.

L'arma utilizzata è piuttosto pesante. E dannosa. Talmente tanto da mandare in frantumi una parte della vetrata che copre il garage. Per la precisione, due colpi di fucile calibro 12 hanno letteralmente fatto sobbalzare i residenti di una via situata a Trepuzzi. Gli spari sarebbero avvenuti nella notte appena trascorsa, facendo intervenire sul posto i Carabinieri della Stazione locale assieme ai colleghi del Norm di Campi Salentina. Il modello dei proiettili utilizzati, stando a primissime ricostruzioni, è quello di cartucce da 67,5 millimetri. I rilievi del caso dunque, affidato proprio ai militari, escluderebbe al momento piste investigative legate a scenari criminali, soprattutto in virtù del tipo d'arma utilizzata. 

Bisogna comprendere, adesso, la natura del gesto, e quindi cosa abbia spinto l'autore a compierlo. Semplice bravata? Questioni private? Ancora non è dato saperlo, anche perché spetterà alle indagini – già avviate da chi di competenza – stabilire con precisione ogni minimo dettaglio. Le stesse vittime, peraltro, non sanno proprio spiegarsi il motivo. E questo sgombra il campo da qualsivoglia atto di matrice estorsiva o intimidatoria. 

Grande paura, dunque, per coloro i quali abitano nelle vicinanze, svegliatisi intorno alle 2.15 (ossia nell'orario in cui sono state fatte partire le pallottole) dal rumore degli spari. Repentina, dunque, la chiamata al 112 e l'arrivo degli operatori; che, effettuati i riscontri iniziali, hanno immediatamente avviato le indagini.



In questo articolo: