Viola l’obbligo di tenersi lontano da casa e finisce in carcere. Gallipolino nei guai per maltrattamenti

I militari della Stazione di Gallipoli hanno questa mattina eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di Cosimo Reho, 49enne gallipolino, in sostituzione dell’obbligo di allontanamento dalla casa familiare che l’uomo avrebbe violato.

I fatto risalgono allo scorso 30 aprile quando un 49enne di Gallipoli, Cosimo Reho, era stato obbligato da un provvedimento del GIP di Lecce ad allontanarsi dalla propria casa familiare.
 
Questo per i tanti, troppi episodi di violenze e maltrattamenti in famiglia che sono stati raccontati dalla moglie che pochi giorni prima, stanca di quelle che avrebbe definito continue angherie,  sia fisiche che verbali, subite negli anni e che si erano intensificate negli ultimi mesi, aveva deciso di denunciare tutto ai carabinieri. La donna, così, aveva ottenuto  l’allontanamento dell’uomo.
 
Tuttavia, nonostante il provvedimento del giudice, il marito aveva continuato a tornare nella propria abitazione di residenza, ma nono solo: avrebbe anche continuato a maltrattare pesantemente la moglie, forse perché infastidito dal provvedimento adottato nei suoi confronti dall’Autorità Giudiziaria.
 
Il 26 maggio scorso, poi, tornato a casa, avrebbe preteso, in una delle sue scenate di terrificante follia, che la moglie gli cucinasse la cena. Al rifiuto opposto dalla donna immediato era scoppiato un litigio furibondo fatto inizialmente di ingiurie e minacce da parte dell’uomo e poi, in base al racconto della signora, anche di vera e propria violenza fisica. L’uomo avrebbe preso addirittura un coltello da cucina dal tavolo, lanciandolo addosso alla donna che solo per un colpo di fortuna non ne è rimasta colpita.
 
Non contento l’uomo, avrebbe preso una forchetta, infilzandola con forza nel braccio della moglie. Quest’ultima, terrorizzata, è scappata da casa e si è rifugiata da una parente per poi recarsi, la mattina successiva, prima al Pronto Soccorso e poi dai Carabinieri della Stazione di Gallipoli, per denunciare l’accaduto.
 
Informato di quanto accaduto il GIP Antonia Martalò, che già aveva emesso l’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare, ha emesso nuova ordinanza, aggravando la misura e prescrivendo per Cosimo Reho la custodia in carcere dove attualmente l’uomo si trova.



In questo articolo: