Un riconoscimento alla “Memoria” per il magliese Salvatore Toma, appuntamento al Premio di poesia “L’arte in versi” di Jesi

Il concorso, organizzato dall’Associazione Culturale Euterpe del comune marchigiano vede, tra gli altri, il patrocino di Regione Puglia e Provincia di Lecce.

Ci sarà anche un riconoscimento destinato alla memoria di un poeta salentino il prossimo novembre nelle Marche, a Jesi.

Salvatore Toma

Nell’ambito dell’ottava edizione del Premio Nazionale di Poesia “L’arte in versi”, ideato e presieduto dal poeta e critico letterario marchigiano Lorenzo Spurio, è stato attribuito, di concerto con la famiglia, un Premio Speciale “Alla Memoria” al poeta magliese Salvatore Toma.

Il Concorso

Il concorso, organizzato dall’Associazione Culturale Euterpe di Jesi con il Patrocinio della Regione Marche, dell’Assemblea Legislativa delle Marche, della Provincia di Ancona e dei Comuni di Jesi, Ancona e Senigallia e la cui giuria è stata presieduta dalla poetessa e giornalista Michela Zanarella, proprio per il premio al poeta salentino ha ottenuto anche il Patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Lecce e del suo comune natale, Maglie. Amministrazioni, queste, che hanno riconosciuto con particolare entusiasmo l’importanza dell’iniziativa verso un pugliese illustre.

La consegna del Premio agli eredi del Poeta avverrà durante la cerimonia ufficiale di premiazione che si terrà sabato 16 novembre a Jesi nella Sala Maggiore del Palazzo dei Convegni. Nell’occasione, la Giuria darà lettura alla motivazione del conferimento del Premio e una lettrice presterà la voce a uno dei vari testi di Salvatore Toma.

Salvatore Toma

Salvatore Toma, nato a Maglie nel 1951 e deceduto nello stesso luogo, giovanissimo, nel 1987, è da considerarsi anima importante della poesia pugliese della seconda metà del Secolo scorso. Diede alle stampe sei raccolte poetiche: Poesie (Prime rondini) (1970), Ad esempio una vacanza (1972), Poesie scelte (1977), Un anno in sospeso (1979), Ancóra un anno (1981), Forse ci siamo (1983). Postuma è la raccolta Canzoniere della morte (1996) curata dalla nota filologa Maria Corti ed edita per Einaudi. Sulla sua produzione letteraria si sono espressi Donato Valli, Oreste Macrì, Gaetano Chiappini, Nicola De Donno e altri.

Gli altri premi alla memoria

Durante la premiazione verranno insigniti altri due Premi Speciali “Alla Memoria” ad altrettanti poeti che hanno segnato distintamente il percorso della letteratura nazionale: Silvio Bellezza di Lanzo Torinese – Torino (1941-2000) e Maria Ermegilda Fuxa di Alia – Palermo (1913-2004).

Riconoscimenti anche a due pugliesi

Tra i principali premiati, che hanno ottenuto un riconoscimento da podio, figurano anche due poetesse pugliesi: Marisa Cossu di Taranto e Valeria D’Amico di Foggia che hanno vinto rispettivamente il 1° e il 2° Premio assoluto per la sezione libro edito. La Cossu con il suo libro Attraverso pareti di pietra (Akea Edizioni, Ravenna, 2016) e la D’Amico con il libro Fragili miracoli (WIP Edizioni, Bari, 2019).