Mine Vaganti in prima serata su RaiMovie. Il film girato in Salento celebra l’orgoglio italiano

Il ciclo “Orgoglio italiano – Tutto il meglio del nostro cinema” continua con Mine Vaganti, il film di Ferzan Özpetek girato in Salento. Appuntamento il 1° aprile su Rai Movie

«Mine Vaganti» è uno dei film più belli di Ferzan Özpetek dopo «Le fate Ignoranti», anche se è difficile fare una classifica dei capolavori del regista italo-turco che, come pochi, è in grado di imprimere emozioni sulla pellicola.

Nellacommedia, girata in Salento, racconta la storia di questa bizzarra famiglia del Sud in modo sanguigno e delicato, con dramma, malinconia e ironia, con calore e comicità. Ogni personaggio – da Tommaso (un bravissimo Riccardo Scamarcio) alla zia Luciana (Elena Sofia Ricci) alla mamma Luciana (Elena Sofia Ricci) – da Tommaso (un bravissimo Riccardo Scamarcio) alla zia Luciana (Elena Sofia Ricci) alla mamma (Lunetta Savino) protagonista di una scena indimenticabile, quella nella merceria, dove affronta le dicerie e i pettegolezzi delle signore di città utilizzando la stessa arma, quella delle maldicenze, con una punta di sarcasmo – ha qualcosa da dire, qualche segreto da custodire, qualche pregiudizio da superare, ma è quando sono tutti insieme che la trama esplode e incanta come i muretti a secco, il mare, le masserie, i vicoli e il barocco che fanno da sfondo, da quinta teatrale.

Le frasi, i monologhi, non avrebbero avuto la stessa potenza senza le immagini a fare da cornice. L’ultimo saluto della nonna, interpretata magnificamente da Ilaria Occhini, non avrebbe avuto lo stesso effetto sullo spettatore senza ‘le facciate delle chiese’, senza le statue e le strade di Lecce, i balconi e i portoni che si affacciano sui vicoli.

«La mina vagante se ne è andata. Così mi chiamavate pensando che non vi sentissi. Ma le mine vaganti servono a portare il disordine, a prendere le cose e a metterle in posti dove nessuno voleva farcele stare, a scombinare tutto, a cambiare i piani», dice, ma è solo una delle tante citazioni meravigliose del film che Rai Movie ha deciso di mandare in onda in prima serata per celebrare l’unità nazionale, in un momento in cui l’imperativo è #restareacasa.

Il ciclo “Orgoglio italiano – Tutto il meglio del nostro cinema” è un modo per tenere compagnia alle famiglie e dare l’opportunità di recuperare alcuni dei grandi titoli del nostro cinema.

Mercoledì 1° aprile, toccherà a Mine Vaganti, l’amatissimo film corale di ambientato nella lucente terra salentina. Tale la forza del film che l’omonimo adattamento teatrale, messo in scena da Özpetek, ha appena il tutto esaurito.

Riccardo Scamarcio, Alessandro Preziosi, Nicole Grimaudo, Elena Sofia Ricci, Ilaria Occhini, Lunetta Savino, Ennio Fantastichini, Carolina Crescentini e Daniele Pecci sono i volti di un film ‘gioiello’.

Memorabile, come in tutti gli altri capolavori del regista, la colonna sonora che include brani di Patty Pravo, Nina Zilli e Pink Martini.