​’Donne e madri abbiano ruoli piu’ rilevanti’. Alessandra Quarta riparte dal Bilancio di Genere

Alessandra Quarta, candidata nelle fila del centrodestra con Giliberti sindaco, riporta l’attenzione sul ruolo predominante delle donne e madri. ‘Il Bilancio di Genere sia solo un primo passo’.

“Il Bilancio di Genere sia soltanto un primo passo” – è la richiesta che giunge da Alessandra Quarta, giovane candidata nelle fila del centrodestra con Mauro Giliberti sindaco.
 
“La vita è un diritto, inalienabile e insindacabile – spiega Quarta – generarla è però anche un atto di grande responsabilità, soprattutto in questo momento storico. Perciò credo che il dono della maternità debba essere supportato dagli enti pubblici attraverso misure che, sul luogo di lavoro come in ambienti di studio, offrano alle giovani madri agevolazioni e sostegno, non soltanto dal punto di vista economico”.
 
L’istanza, in definitiva, è  rivolta ad ottenere una maggiore tutela del ruolo delle donne nelle pubbliche amministrazioni, oltre a posizioni più rilevanti.
 
“Un passo importante è stato fatto di recente nell'Università del Salento – prosegue Alessandra Quarta – anche grazie alla sensibilità della consigliera di parità della provincia Filomena D'Antini, che ha sollecitato l'Ateneo leccese ad adottare interventi in favore di studentesse non lavoratrici in dolce attesa o giovani universitarie con figli piccoli a carico che svolgono lavoro domestico. Gestire una casa e prendersi cura della propria famiglia non è meno impegnativo di una qualunque professione, anche se svolto con il cuore e per puro amore”.
 
“In questo contesto si inserisce il documento sottoscritto ieri dai candidati sindaco a Palazzo Adorno – chiosa la Candidata – per garantire un bilancio di genere e un'amministrazione a misura di donna. Ed è in questa direzione che dobbiamo continuare a muoverci in qualunque ambito della vita cittadina, se vogliamo sperare in un mondo più giusto ed equo”. 



In questo articolo: