Ampia zona pedonale e mobilità sostenibile: pronto il piano traffico della festa patronale

Sospensione delle corsie preferenziali – con tanto di sosta per le auto – e allargamento dell’isola pedonale. Queste alcune delle principali novità appartenenti al piano traffico in occasione della festa patronale dei leccesi.

Il monito resta sempre lo stesso: cari cittadini, utilizzate sempre meno l’automobile, camminate a piedi o al più sfruttate i servizi pubblici. Perché ci sono. Esistono. E soprattutto convengono. I festeggiamenti patronali in onore di Sant’Oronzo, dunque, siano sì un momento di riflessione religiosa, ma anche opportunità per rivedere le proprie abitudini. Nelle quali rientra a pieno titolo quella tipicamente “leccese” di girare per le vie del centro storico a bordo della propria vettura. Ma ora le cose cambiano. Perché il piano traffico ‘ad hoc’, varato a margine della tre giorni dedicata ai Santi Oronzo, Giusto e Fortunato, intende facilitare la mobilità. Una mobilità sostenibile, come sottolineato dall’Assessore al ramo, Luca Pasqualini, nella conferenza stampa che ha illustrato le novità principali dell’apposito provvedimento.

Un lavoro di sinergia tra polizia locale, assessorato alla Mobilità e trasporti e con la collaborazione di SGM. «In questa edizione abbiamo voluto regalare ai leccesi degli spazi che fino agli scorsi anni erano riservati solo a sosta e transito dell’auto, ampliando la zona pedonale della festa. Verrà anticipata la chiusura, già dalle 18.30, a partire dai viali della circonvallazione». A disposizione pure i parcheggi di interscambio: Foro Boario, Torre del Parco, Settelaquare, Cimitero, Palazzetto dello Sport e via Bari ad esclusione dell’ex Carlo Pranzo. Tutti serviti degli appositi bus-navetta gratuiti.

L’altra novità (sperimentale, potremmo dire) consiste nella sospensione delle corsie preferenziali a partire da Viale Ugo Foscolo (per poi proseguire lungo gli altri, Japigia, Leopardi, Rossini, Alfieri, Marche) fino a via Don Minzoni, ove sarà consentita la sosta dalle ore 18.30 esclusivamente per i tre giorni. «Aumenta l’offerta della sosta – specifica Pasqualini – grazie anche all’assenza di interferenze col trasporto pubblico (in quelle fasce orarie sospese). Si potrà utilizzare proprio quel tratto che parte dall’altezza del Bar Commercio fino alla Questura, comprendente anche l’interno di viale Otranto».

«Recuperati circa 850 posti auto – spiega l’Assessore – a fronte dei 400 appartenenti al “Carlo Pranzo” andati persi». Otto i bus-navetta: la linea blu conduce al Luna Park e al parcheggio bisettimanale con frequenza di 15 minuti; la linea rossa va da Settelaquare al centro; ed infine la linea verde da Foro Boario a Porta Napoli. «Vogliamo una festa serena, tranquilla – conclude – con ritmi molto allegri e senza flussi di auto nel centro cittadino».

«L’organico lavorerà a pieno ritmo – assicura Donato Zacheo, comandante della Polizia Municipale leccese – prevedendo tutto il personale in servizio. Aumentate le pattuglie per le operazioni a contrasto dell’abusivismo commerciale. Tolleranza zero sul corso, dunque, e verso Piazza Mazzini. Inoltre verrà attivata un’ulteriore pattuglia al fine di prevenire l’accampamento dei commercianti al termine della serata».



In questo articolo: