Cannabis terapeutica: la Puglia approva la legge

La legge che disciplina l’uso della cannabis a scopi terapeutici è¨ stata approvata a pieni voti dal Consiglio regionale.

Il Consiglio regionale approva a pieni voti la legge che disciplina l’uso della cannabis a scopi terapeutici. Il trattamento potrà essere esercitato negli ospedali o in privato

La regione Puglia ha deciso. Il collegio regionale ha approvato all’unanimità la legge che regola l’uso dei farmaci cannabinoidi a scopi curativi. Il piano terapeutico dovrà essere predisposto dal medico specialista, ma il trattamento potrà essere esercitato sia in ospedale, sia privatamente.

La sperimentazione è avvenuta presso il “Ferrari” di Casarano. Qui cinque pazienti affetti da sclerosi multipla hanno potuto notare evidenti miglioramenti nelle loro condizioni psico-fisiche.

Ma Casarano non è l’unico centro cittadino ad essersi distinto nella ricerca e nell’impegno affinché questa sostanza considerata stupefacente e vietata dalla legge, venga riconosciuta come un  vero e proprio farmaco curativo – se usato nel giusto dosaggio e per questioni di necessità medica – . A Racale, infatti, è nato recentemente il primo Cannabis social club “Lapiantiamo”. L'iniziativa del comune salentino ha attirato anche l'attenzione de "Le iene" che vi dedicarono un servizio.

La proposta, avanzata da Michele Losappio (Sel), che lo scorso 20 gennaio ha superato il primo step per la terza commissione consiliare pugliese,  è dunque una legge e, si spera, possa confermarsi una scelta lungimirante ed innovativa. 



In questo articolo: