Ex LSU, prima l’annuncio di sospensione delle attività, poi la notizia del sussidio

La mobilitazione dei lavoratori è al momento sospesa vista la firma arrivata in queste ore del Ministro del Lavoro che sblocca i sussidi all’Inps per tutti gli ex Lsu. Soddisfazione cauta dei sindacati

Prima il telegramma da parte della Provincia che annunciava la sospensione delle attività a causa del fatto che la convenzione con il Ministero non risultava ancora firmata, poi la vertenza che si sblocca.

Un fine anno al cardiopalmo per i  lavoratori ex Lsu impegnati nei servizi alle scuole. I sindacati stamattina avevano gridato allo scandalo stigmatizzando il gesto dell’Ente come “inaccettabile e strumentale perché fa pesare sui lavoratori una situazione di cui non hanno responsabilità”.
 
I Sindacati confederali, quindi, si sono attivati per tutelare i diritti dei lavoratori interessati.
 
Da poche ore è arrivata la notizia “L’Inps è stato autorizzato dal Ministero del Lavoro ad anticipare il sussidio ai lavoratori ex Lsu per i mesi di gennaio e febbraio, nelle more della sottoscrizione della convenzione.
 
Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ha sbloccato la vertenza con grande soddisfazione, tra gli altri, dell’assessore regionale Leo Caroli che ha ringraziato il Ministro perchè ha voluto garantire a fronte della sollecitazione della Regione Puglia a garanzia della continuità per i lavoratori socialmente utili (Lsu), che in Puglia sono 1.270. Il mio ringraziamento va soprattutto al direttore generale del Ministero Ugo Menzioni che si dai giorni scorsi, di concerto con la Regione, ha contribuito alla soluzione della vertenza“.
 
Le organizzazioni sindacali, quindi, annunciano che il presidio dei lavoratori programmato per domani, 31 dicembre, presso la Prefettura di Lecce, è per il momento sospeso. “Auspichiamo che non si ripetano più eventi incresciosi come quello avvenuto ai danni degli LSU  che operano nella provincia di Lecce da oltre vent’anni per garantire servizi importantissimi ai cittadini nei Comuni del territorio”.



In questo articolo: