Forza Italia fuori di sesto? Ci pensa Sisto

Da ieri il centrodestra pugliese sembra aver puntato gli occhi sulla politica locale e regionale. Con l’inaugurazione della nuova sede di Forza Italia a Bari, riparte il cammino politico del partito di Berlusconi affidato nel capoluogo all’on. Francesco Paolo Sisto.

La nomina di Francesco Paolo Sisto a commissario di Forza Italia per Bari e provincia da parte del presidente Berlusconi sembra aver sortito un duplice ed immediato effetto; il primo, quello di aver riportato il necessario e doveroso entusiasmo nel centrodestra barese, fiaccato dalle disavventure elettorali in Regione e al Comune, il secondo, invece, e forse il più importante, quello di aver messo il partito nelle mani di una persona competente e preparata. Una novità, insomma, anche per la stessa Forza Italia, che non ha brillato, di recente, per scelte oculate e lungimiranti in termini di assegnazione di posti dirigenziali.

A Bari ieri, nel salotto centrale di Via Argiro, vecchia e nuova Forza Italia si sono ritrovate per l’inaugurazione della nuova sede cittadina del partito, il centro propulsivo delle attività politiche del movimento azzurro, e della segreteria politica del deputato barese, noto professionista e avvocato di fama nazionale.

Sisto si è calato anche nella veste di showman, in una partitura scenica che raramente si apprezza nel novero dei politici nostrani, tenendo alta l’attenzione e catalizzando applausi motivati e motivanti. Abile nel ricercare le tonalità dell’entusiasmo e dell’orgoglio barese, puntando sulla baresità come cifra stilistica del nuovo corso del partito nel territorio del capoluogo pugliese, dopo anni di diaspora e di girotondi “fittiani”, per così dire. E il riferimento al passato non è mancato, con vangate in testa ai traditori, ai mercanti di casacche, ai compratori di sedute a buon prezzo. “Non sappiamo che farcene”, in sintesi, la risposta echeggiata per strada, nel mezzo di un folto numero di persone. Non folle oceaniche, come qualcuno ha prontamente rilevato, tuttavia un numero più che adeguato alla semplice inaugurazione di una sede. Non era una convention, non era un comizio, ma una adunata di presentazione di un percorso politico, partecipata il giusto, magari più che altrove.

A consacrare l’avvio ufficiale del nuovo corso di Forza Italia Bari è giunta anche la telefonata del leader Berlusconi che ha inviato urbi et orbi il suo saluto, gli incoraggiamenti e i suggerimenti del caso. Un omaggio particolare a Francesco Paolo Sisto, di cui Berlusconi è da sempre amico ed estimatore.

Per il resto molti volti nuovi, giovani e donne, e qualche faccia già vista nei secoli della politica regionale. Presenti, il commissario regionale Gino Vitali, il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Andrea Caroppo, la parlamentare Elvira Savino, il responsabile del dipartimento Cultura, Turismo e Comunicazione per la Puglia Paolo Pagliaro e altri, ma il protagonista principale è stato certamente l’onorevole Sisto al quale spetta adesso il compito di allineare ai profili di progettualità e concretezza, l’entusiasmo ritrovato del popolo azzurro pugliese.



In questo articolo: