Gasdotto Tap, il giorno del NO

E’ il giorno tanto atteso dai no Tap per marciare tutti insieme da San Foca a Melendugno e dire no al gasdotto che dovrebbe bucare la costa di Torre Specchia. E’ arrivato a Lecce anche Beppe Grillo che sfilerà insieme ai salentini

Si parte alle 17 in punto dalla piazzetta di San Foca nei pressi del porto turistico per arrivare circa due ore dopo a Melendugno dove sul palco si succederanno numerosi interventi.

Il pomeriggio adriatico salentino sarà caratterizzato da una pacifica ma altisonante protesta contro il gasdotto di Trans Adriatic Pipeline che dovrebbe approdare sul litorale di San Foca.

Oggi è il giorno della marcia del no. Una marcia lunga 7 kilometri che dalla principale marina melendugnese arriverà nel centro del comune bandiera blu per tentare di opporre l’ultima strenua resistenza ad un progetto che sembra già cosa fatta, ma che potrebbe avere, anzi avrà, molteplici ed ulteriori opposizioni.

Il gasdotto non conviene né esteticamente, né logisticamente e forse nemmeno politicamente al territorio salentino, stanco di vedersi addossato il ruolo di ciminiera d’Italia.

Non inquinerà, non impatterà, non lo sappiamo con certezza, tuttavia il gasdotto distorce, nell’immaginario dei no Tap, lo scenario sublime del Salento frontaliero, di quel tratto di Puglia premiato da anni con la bandiera blu, per la bellezza dei luoghi e la trasparenza delle acque marine.

Il corteo si svilupperà lungo una stradina poderale interna, perché per ragioni di sicurezza la Questura di Lecce non ha autorizzato il percorso a piedi lungo la strada provinciale San Foca Melendugno. La marcia doveva prendere il via, in un primo momento, all’altezza della pineta di San Basilio, teatro del probabile sbocco del gasdotto in terra italiana, ma l’accesso alla litoranea è apparso fin da subito problematico e ostativo per i volumi di traffico costiero.

Ospite della serata il leader del Movimento 5 stelle che giunto all’ora di pranzo nel Salento, sarà al fianco dei no Tap e parlerà dal palco di piazza Sandro Pertini a Melendugno.