I giovani di Forza Italia scendono in piazza con il progetto ‘Lecce Ascolta’

I giovani forzisti salentini hanno scelto la centralissima Piazza Sant’Oronzo di Lecce per iniziare il loro tour per tutta la provincia con il progetto ‘Lecce Ascolta’. Domande dirette su questioni politiche di interesse nazionale: la prima domanda sullo Ius Soli.

È partito un nuovo progetto promosso dal giovani di Forza Italia, dal titolo ‘Lecce Ascolta’. Un’idea finalizzata al confronto sul territorio riguardo tematiche di attualità sociale e politica. ‘Lecce Ascolta’ ha fatto esordio lo scorso 18 ottobre a Lecce, nella centralissima Piazza Sant’Oronzo ed ora gli appuntamenti si sposteranno per tutto il territorio, coinvolgendo non solo il capoluogo ma anche altri centri dell’intera provincia salentina.

I giovani attivisti di Forza Italia leccesi, diretti dal coordinatore provinciale Brizio Maggiore, hanon lanciato nel capoluogo il primo tema, al centro dell’attenzione politica in tutta Italia: quello dello  ‘ius soli’. ‘In una piazza gremita di leccesi e di tante famiglie della provincia recatesi nel capoluogo per la classica passeggiata domenicale, noi giovani forzisti abbiamo chiesto ai cittadini di esprimersi sulla riforma – scrivono i giovani berlusconiani – con un quesito chiaro e democratico: favorevoli o contrari allo Ius Soli? Sulla totalità di 247 votanti aderenti spontaneamente al progetto – rendono noto – l’urna dei contrari allo Ius soli ha fatto registrare un netto 92,85%, mentre il restante 7,14% si è espresso a favore della riforma voluta dal premier Matteo Renzi. Dati inequivocabili che ritraggono l’opinione che prevale nell’attuale tessuto sociale’.

Il coordinamento provinciale giovanile leccese, dal canto suo, aveva già altrettanto manifestato il proprio dissenso verso la proposta dem in tema di cittadinanza. ‘ I giovani di Forza Italia – prosegue il comunicato – hanno voluto chiedere un’opinione ai cittadini in totale libertà, evitando che questi venissero influenzati in fase di preferenza. Alla luce di quanto raccolto e riscontrato i giovani forzisti si dichiarano entusiasti della partecipazione e positivamente colpiti dal verdetto che vede prevalere nettamente i contrari. Il diritto alla cittadinanza è una vera e propria conquista non un automatismo burocratico, bensì un traguardo che necessita di forza e grande volontà; coinvolge la cultura, le tradizioni e gli usi di uno Stato. Non può essere pertanto un regalo, come previsto dalla legge sullo Ius soli, voluta da questo Governo. I cittadini si sono aperti favorevolmente al dialogo costruttivo, è stato per tutti noi un momento positivo che pone le basi per nuovi progetti, pregni di attivismo e sana politica’.

Con ‘Lecce Ascolta’, quindi, l’obiettivo è chiaro: metter al centro le opinioni dei cittadini. ‘Tutti noi siamo decisivi – scrivono – siamo il fulcro di decisioni nevralgiche e vitali per il ripristino dell’armonia sociale. Vogliamo che torni a regnare il concetto di Stato inteso come cooperazione vera e concreta tra classe politica e cittadinanza’.



In questo articolo: