Il PD di Lecce ha le idee chiare: ‘La chiusura del traffico del centro città è indispensabile’

Nel corso dell’assemblea cittadina del Partito Democratico di Lecce è stato ribadito come sia necessario tenere chiuso al traffico il centro storico del capoluogo barocco. ‘Ci vuole una chiusura vera, h24, e senza possibilità di deroghe’. Da rivedere, quindi, i pass per le auto.

Si è svolta questa mattina presso il circolo cittadino del Partito Democratico di Lecce l’assemblea del Partito Democratico. In tanti si sono ritrovati nella sala conferenze dei dem per partecipare al dibattito dal tema molto scottante: quello, cioè, riguardante la chiusura h24 del centro storico della città. La proposta del Pd cittadino, infatti, pare essere netta: migliorare la qualità della vita dei residenti e liberare le bellezze storiche e artistiche della città barocca dalle auto e dall’inquinamento che rischia di soffocare il centro storico.
 
Tanti sono stati gli esponenti del partito del premier Renzi intervenuti, e tutti concordi nella necessaria chiusura allo smog del centro città. ‘Non vogliamo blindare punitivamente il centro storico – chiosa Fabrizio Marra – lasciando la sua fruibilità a residenti ed operatori commerciali.  Tuttavia è evidente che gli oltre 15mila pass combinati con una zona ZTL chiusa solo la sera e nei giorni festivi, faccia della parte antica della città un’area di fatto aperta alle auto, al contrario di quello che avviene in tutte le città d’arte e di cultura d’Italia e d’Europa. Pertanto la chiusura h24 del centro storico di Lecce è un punto imprescindibile, dal quale il PD leccese non intende recedere. L’idea di condividere in una pubblica assemblea proposte e progetti, ha trovato, a giudicare dalle numerose presenze, riscontro nell’opinione pubblica, a dimostrazione della sensibilità e dell’importanza di questo tema’, ha concluso Marra.
 
Per Loredana Capone, Assessore Regionale, invece, ‘Il piano traffico nella città di Lecce è il luogo delle più gravi contraddizioni di questa amministrazione comunale, perennemente indecisa tra aperture e chiusure e quindi incapace di assumere anche quel minimo  di soluzioni che possano dare certezze a commercianti ristoratori e residenti.  Il problema più grave di questa indecisione amministrativa è la ripercussione a carico di turisti e clienti oltre che sulla vivibilità dell’intero centro. Ecco perché la nostra proposta non è solo l’appello a chiudere al traffico veicolare, ma a fare finalmente quello che ogni amministrazione deve fare: un piano coordinato di azioni che valorizzano l’uso del centro per tutti coloro che debbano o vogliano entrarvi’.
 
Per il Consigliere a Palazza Carafa Antonio Rotundo ‘Il Pd è pronto anche a prendere in considerazione costruttivamente le proposte che dovessero pervenire dalla maggioranza a Palazzo Carafa, non indietreggiando sul punto per noi imprescindibile della chiusura h24 del centro storico. Non si può continuare a considerare come avviene ancora oggi sopportabile il passaggio delle auto durante tutta la giornata fino alle 21, poiché le vie barocche di Lecce vengono oggi utilizzate per tagliare la città, andando da una parte all’altra della stessa, non essendoci un piano traffico in grado di spingere il flusso veicolare fuori dal centro storico, spostandolo sulla circonvallazione o addirittura sulla tangenziale’. Poi conclude: ‘Ciò si rende necessario anche per migliorare la qualità della vita degli stessi residenti, molti dei quali lamentano ripetutamente da anni  lo stato di invivibilità di bellissime piazzette e vie barocche’.



In questo articolo: