Manifatture Knos, Trevisi (M5S) chiede una svolta: ‘Basta con questa gestione, ascoltiamo i giovani del territorio’

‘Basta con questa gestione, serve una struttura che ospiti congressi e spazi di coworking, gestita da imprenditori e gruppi di associazioni’, Trevisi detta una nuova linea per le Manifatture Knos

«L’attuale  gestione ha usufruito gratuitamente di questa struttura per oltre 12 anni, incassando anche i proventi della vendita dei biglietti per le manifestazioni e delle attività di ristorazione, ma non ha mai messo a norma gli spazi per ospitare grandi eventi, non dando quindi a Lecce quel plus che invece avrebbe potuto e dovuto avere con una gestione adeguata. Va fatto un bando di gara pubblico. Se in estate il Salento è sinonimo di eventi, musica e cultura non si può dire lo stesso nei mesi invernali. I tour più importanti si fermano a Bari quando anche Lecce ed il Salento meritano uno spazio polifunzionale di qualità».

Sono parole di fuoco quelle che il consigliere regionale pentastellato Tony Trevisi lancia nello stagno del dibattito pubblico sulle Manifatture Knos, quello che poteva essere un vero e proprio polo culturale del territorio e rischia invece di non sprigionare tutto il suo potenziale.

Manifatture Knos, si lavora per una nuova gestione

Nella giornata di ieri il Presidente della Provincia di Lecce, Stefano Minerva, ha incontrato numerose associazioni per una nuova gestione delle Manifatture dopo gli anni di affidamenti diretti.

«Da un anno sono scaduti i termini di gestione e prendiamo atto della seconda proroga in 12 mesi – incalza Trevisi –  ed è  certamente apprezzabile la volontà di ascoltare le varie proposte ma chiediamo che al termine di questa ulteriore proroga si proceda con un nuovo bando che riesca ad individuare operatori solidi e capaci di coniugare capacità imprenditoriali con attività culturali».

Gli spazi ci sono, le potenzialità anche. La struttura potrebbe diventare per davvero un hub del coworking sul territorio in grado di fungere da vero e proprio motore di propulsione per tante associazioni che avrebbero soltanto bisogno di un’opportunità. Una struttura del genere, messa a norma, può ospitare quei grandi eventi soprattutto nel periodo invernale di cui ha tanto bisogno il capoluogo; basta, insomma, con le manifestazioni sporadiche che hanno dato poco beneficio economico alla città.

«In questi anni purtroppo  le Manifatture Knos sono state sfruttate poco e male. Serve un cambio radicale – conclude Trevisi – una nuova visione che sia capace di coniugare al contempo una gestione ‘sociale’ ma anche imprenditoriale, che possa creare  economia per investire in cultura e servizi. Una struttura che ospiti congressi e spazi di coworking, gestita da imprenditori e gruppi di associazioni capaci di intercettare anche finanziamenti europei per far crescere lo spazio».