Coronavirus, troppi “assembramenti” e il sindaco di Copertino chiude piazze e centro storico

Il primo cittadino di Copertino, Sandrina Schito ha firmato un’ordinanza – valida fino al 6 aprile – che dispone la chiusura al pubblico delle piazze più frequentate e del centro storico.

Piazza Umberto I, parco “Peppino Impastato”, Piazza Melissa, Piazza Venturi, Piazza Immacolata, Piazza Castello, Piazzetta San Giuseppe e tutto il centro storico di Copertino saranno chiusi al pubblico tutti i giorni dalle 18.00 alle 5.00 e la domenica anche dalle 10.00 alle 13.00 consentendo l’accesso e il deflusso agli esercizi commerciali aperti e alle abitazioni private. E, ovviamente, per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. È scritto nero su bianco nell’ordinanza firmata dal sindaco Sandrina Schito che ha deciso di chiudere al pubblico anche i distributori di bevande  h24 tutti i giorni, sempre dalle ore 18.00.

Una decisione necessaria, come spiega la prima cittadina in un post pubblicato sul suo profilo Facebook, dopo gli assembramenti, soprattutto di giovani, nei luoghi più frequentati della cittadina del santo dei Voli. Non un caso isolato, ma  più segnalazioni. L’ultima, in ordine di tempo, quella che ha indirizzato i Carabinieri della tenenza locale che, durante il controllo, hanno trovato diversi ragazzi, tutti sanzionati per non aver rispettato le regole.

Non è il momento di abbassare la guardia. L’aumento dei casi registrati anche in provincia di Lecce negli ultimi giorni, la «variante inglese», più contagiosa, con cui fare i conti e la necessità di frenare la diffusione del virus richiedono attenzione. E dove manca, possono essere prese misure precauzionali per salvaguardare la salute pubblica.

«Ritenendo insufficienti i ripetuti richiami al senso di responsabilità ed al rispetto delle misure anti-covid, nonostante il DPCM in vigore, i controlli delle forze di polizia locale, per contenere la diffusione del virus e la sua diffusione – si legge nel post – ho ritenuto di  adottare un’ Ordinanza che sarà efficace a partire da domani sera alle 18 e fino al 6 Aprile». Chiuse le principali piazze della città e il centro storico, quindi.

Chi non rispetterà il provvedimento comunale, potrà essere sanzionato con una multa che va da 400 a 1.000 euro.



In questo articolo: