Paulu, scindi te la culonna te Santu Ronzu. Sta succede nnu casinu tra li amici toi

Editoriale di Leccenews24.it in dialetto salentino. Ironia, ma non tanto sugli attori politici della terra salentina.

Paulu, e nu scindi te la culonna te Santu Ronzu a ddu t’ha misu?

Scindi, scindi e minti nu picca te ordine tra gli amici toi, tra quiddri ca sostenenu lu governu tou. Nu te sta accorgi te cce sta succede? Forse te la culonna tieni nna vista migliore, iti megghi le cose te Bari, ma te sta sfugge quiddru ca sta succede sutta a casa toa, sutta la chiazza.

E prima la Nunzia e la Giordana se ‘ncarizzanu a mmienzu lu corridoiu, e poi ha natu in consigliu nu gruppu te alfaniani duri (o quasi) e puri, e poi ‘ncora propriu stu gruppu, nu giurnu sì e l’autru puru, te chiede n’autra Giunta, te chiede ‘n’assessore fedele e no infedele, te chiede cu se ‘ncarizza lu Delli Noci o la Tessitore, e infine…
Infine, ete rrobba te sti giurni te nu consigliere te la Puglia prima di Tuttu (ca stae in maggioranza, no?) ca scrie subbra li giurnali ca n’autru consigliere – nu consigliere sempre tou, sempre te maggioranza no? – avrebbe falsificatu nna firma cu se presenta in Commissione Urbanistica e cu vota comu dice iddru…

Insomma Paulu ‘nci nde ete carne subbra lu fuecu, no?  Nu spettare, scindi in campu, scindi prestu, prima tte sfugga tuttu te manu. È veru ca ‘ssignuria le scole le hai fatte a ddu lu Fittu e a ddre scole insegnanu ca prima cu pigghi ‘nna decisione tocca passa parecchiu – ma propriu parecchiu – tiempu, però se nu intervieni se crea nnu scigghiu e te scigghiu in scigghiu nu se sape cchiui a ddu se spiccia.
Scindi te la culonna, scindi an terra. Pensa alle cose vicine, pensa alle cose cucche e lassa scire quiddre luntane. Se nu scechi bbuenu cu la squadra toa, comu puoi pretendere cu te chiamanu in Nazionale, pardon in Regionale?



In questo articolo: