Il “Via del Mare” si fa bello, ecco il restyling. La prima di campionato fuori casa, ma per il bando…

Oltre ai seggiolini è stato rifatto il settore destinato alle persone disabili e la recinzione che sarà in plexiglas e non più in ferro, ma c’è tanto altro. Nella gestione dello stadio entrerebbe un nuovo socio.  

Nuovi seggiolini; il rifacimento del settore destinato alle persone disabili; il nuovo tabellone che torna, più grande, sopra la Tribuna Est; una nuova recinzione che separa gli spalti dal terreno di gioco più bassa e in plexiglas e un nuovo impianto di illuminazione, sono queste le migliorie visibili dal progetto.

A queste si aggiungono un nuovo impianto audio; un nuovo sistema di irrigazione; il rifacimento dei servizi igienici e il Var. Costo totale 3,5/4 milioni di euro, a cui si potrebbero sommare 150/200mila euro per il rifacimento di una parte del terreno di gioco; “una bella notizia ricevuta questa mattina”, ha commentato il presidente.

Andato deserto il bando per la gestione del “Via del Mare”, nella mattinata di oggi, presso la sala stampa Sergio Vantaggiato dell’impianto leccese, alla presenza del numero uno dell’U.S. Lecce, Saverio Sticchi Damiani, sono state presentate le migliorie che interesseranno lo stadio salentino in vista della prossima stagione che vedrà i giallorossi disputare la massima serie.

“Ho voluto aspettare che scadesse il bando che da quel che ho saputo è andato deserto”, ha affermato l’avvocato leccese. “Abbiamo compiuto tutte quelle migliorie che ci sono state imposte dalla Lega e che erano necessarie per poter partecipare alla Serie A, ma ne abbiamo compiute altre, non richieste dagli organi di governo del calcio, ma obbligatorie per la nostra coscienza come il rifacimento del settore destinato ai disabili e l’ammodernamento dei servizi igienici. Adesso, però, bisogna andare oltre e sederci al più presto con l’amministrazione comunale per progettare il futuro”.

Il rinnovo della convezione

Fino al 2021 è in essere con “Palazzo Carafa” una convenzione in virtù della quale la società di Via Costadura paga un canone per l’utilizzo e gli interventi di manutenzione ordinaria, mentre, quella straordinaria, è a carico dell’ente comunale che però non ha le risorse per svolgerla. Il sodalizio giallorosso punta a rinnovare l’accordo, ma a condizioni più vantaggiose, in quanto dovrebbe farsi carico della manutenzione straordinaria. Attualmente la società come canone paga una percentuale pari all’1% sulla vendita dei biglietti e del 2% sulla raccolta pubblicitaria che, tra l’altro, è calcolata nell’arco temporale di 365 giorni. A ciò si aggiungono altre spese che non dovrebbero competere. “Via Costadura”, quindi, punta sì a un rinnovo della convenzione, ma con un canone nettamente più basso visto che, ripetiamo, dovrà svolgere i lavori straordinari.

L’accordo con una società privata

Allo scopo di diminuire le spese nella nuova intesa entrerebbe un nuovo socio Viva Ticket che già si occupa del servizio biglietteria e che avrebbe il compito di “mettere a reddito” il “Via del Mare” con l’organizzazione di un serie di eventi all’interno – “Che però non dovranno riguardare il terreno di gioco”, ha dichiarato Sticchi Damiani. Per questo all’incontro con la stampa era presente il direttore finanziario della società con sede principale a Bologna, Francesco Sponziello.

“Noi faremo queste proposte all’Amministrazione Comunale, ma bisognerà sedersi intorno al tavolo quanto prima possibile, perché bisogna trovare un accordo per gli anni a venire. Per quel che riguarda questo primo restyling i lavori dovrebbero essere ultimati per la prima gara casalinga che abbiamo chiesto di disputare alla seconda giornata”, ha concluso il presidente.

La copertura dello stadio

“Come sapete, Taranto è candidata a ospitare i Giochi del Mediterraneo 2025 e Lecce è stata scelta come città principale in cui disputare le partite di calcio”, prosegue Sticchi Damiani. “In caso la competizione venisse assegnata alla città jonica, il Coni investirebbe una grossa somma per l’ammodernamento del ‘Via del Mare’ e ho chiesto al presidente Malagò di destinare il finanziamento alla copertura integrale dello stadio”.

Partnership con Ristoppia resort

Dalla prossima stagione i giallorossi avranno una nuova sede di allenamento. È stato siglato un accordo con il Ristoppia Resor dove è stato costruito un nuovissimo campo da calcio, una palestra all’avanguardia e una serie di alloggi dove i calciatori potranno riposare quando si svolgerà doppia seduta. A tutto ciò si aggiunge anche  l’allestimento di una sala stampa.



In questo articolo: