Meluso annuncia il primo colpo. A breve si sveleranno le intenzioni sulla questione stadio

Si tratta di Brayan Vera Ramirez, classe ’99 colombiano, si è siglato un contratto con la società proprietaria del cartellino. Si è parlato anche del Bando del “Via del Mare”.

Ufficialmente era la conferenza tutta dedicata al DS Meluso e al suo rinnovo contrattuale fino al 2022; in realtà si è trasformata in un “meeting” grazie al quale fare il punto su tante situazioni, a un mese esatto dal raduno che darà il via ufficiale al nuovo campionato di Serie A.

In casa Lecce nel pomeriggio a parlare sono stati il Presidente Saverio Sticchi Damiani e il Direttore Sportivo, uno accanto all’altro dopo la ratifica dell’accordo di prolungamento del contratto del responsabile dell’area tecnica per altre due stagioni.

“Il prolungamento è stata una mera formalità, con il Direttore c’è una grande stima e al prolungamento automatico di due anni con la promozione in Serie A se ne aggiunge un terzo che ha valore simbolico, che adesso sarà pari del mister.

Entrambi hanno rappresentato per noi i veri protagonisti della stagione e hanno contribuito in pari misura al successo e mi sembrava giusto che anche il Ds ricevesse lo stesso riconoscimento”, ha affermato il numero uno di “Via Colonnello Costadura.

Due promozioni consecutive sotto la sua gestione che sono valse prima la resurrezione dei giallorossi nel calcio che conta, poi il ritorno nell’Olimpo del massimo campionato.

“Mauro Meluso con un budget che non era da promozione diretta – prosegue il presidente – ha raggiunto un obiettivo non messo in cantiere a inizio stagione, ma adesso bisogna andare oltre e ci attende un compito ancora più difficile. Siamo entrambi esordienti, ma l’euforia non ci fa girare la testa perché bisogna dare vita a un miracolo superiore a quello dello scorso anno. Siamo una società senza debiti, con un bilancio ordinato, non abbiamo passività da sistemare e le risorse le utilizzeremo per il progetto tecnico, le strutture e anche, ahinoi, lo stadio. Il nostro processo di consolidamento andrà avanti”

Il calciomercato

Ovviamente l’argomento principale che ha tenuto banco è stato quello relativo al calciomercato. Tanti i nomi spuntati in questi giorni accostati al Lecce e su questo Meluso precisa: “Innanzitutto ringrazio per le belle parole, in questi anni con il presidente abbiamo avuto sempre la stessa posizione, anche se il primo anno non abbiamo vinto e sono felice di fare parte di questa società. Oggi bisogna essere realisti e a guardare nelle specificità del momento che ci dice che bisogna agire con idee, non compromettendo la solidità, svolgendo le cose con criterio, non facendo follie per raggiungere l’obiettivo con il sacrificio e abnegazione giornaliera da parte di tutti”.

Bryan Vera Ramirez

A un passo da un terzino colombiano

“Questa sera faremo una riunione con l’allenatore – prosegue – puntiamo ad acquisire 7/8 giocatori funzionali alla nuova categoria in tutte le zone del campo, centrocampo, attacco e anche difesa. È in dirittura d’arrivo un terzino sinistro, Brayan Vera Ramirez, un classe ’99 colombiano, abbiamo siglato un contratto con la società proprietaria del suo cartellino e manca la firma del calciatore che dovrà svolgere le visite mediche.  Siamo alla ricerca di un portiere da affiancare a Bleve e Vigorito e seguiamo doversi profili, poi abbiamo tracciato una linea d’azione con lo scouting, ma siamo alla ricerca anche di calciatori solidi con esperienza nella categoria”.

Farias e le altre situazioni

“Per Farias c’è stato un piccolo contato lo stiamo seguendo, ho avuto una breve telefonata con il mio omologo del Cagliari. Prenderemo giocatori funzionali e nelle nostre intenzioni vorremmo acquisire qualche giocatore che potrebbe sì infiammare le piazze, ma se lo ingaggeremo lo faremo solo perché funzionale. Venuti già a gennaio c’è stato un approccio per prenderlo in via definitiva, ma con la società proprietaria del cartellino, la Fiorentina, abbiamo deciso di incontrarci a giugno. Caputo non è target da Lecce, troppo oneroso. Per Petriccione, Falco e Majer abbiamo quasi raggiunto l’accordo per il prolungamento. Su Meccariello c’è un diritto di riscatto. Perseguiamo la politica dell’acquisizione dei diritti patrimoniali, ma forse qualche giovanissimo giocatore in prestito da far maturare qui lo prenderemo anche quest’anno poi si vedrà”.

Lo stadio

Delicata, poi, anche la questione-stadio. Da qualche giorno, ormai, il Comune ha pubblicato il bando relativo al diritto di superficie della durata trentennale per il “Via del Mare” e aree circostanti. L’atto di gara parla chiaro: 329mila euro di canone annuo, oppure oltre 5,3 milioni subito per assicurarsi l’impianto.

Cifre certamente importanti che stanno facendo riflettere bene la dirigenza di Via Costadura. Sull’argomento Sticchi Damiani: “Sul tema stadio ne parleremo a breve nel corso di una conferenza stampa e sveleremo l’intenzione di partecipare o  meno e spiegherò tutte le ragioni senza voler fare polemiche con l’Amministrazione comunale. Tranquillizzo tutti, però, siamo partiti con una serie di lavori impegnativi rispetto ai quali nel corso dell’incontro spiegheremo il tipo di migliorie effettuate e il loro costo interamente sostenuti dal club. Se il bando dovesse andare deserto proporremo una soluzione che ci permetta, altresì, di rientrare nei costi sostenuti, nel caso avvenisse il contrario, per buona pace del Direttore, quelle risorse saranno tolte dal progetto tecnico ”

Gli abbonamenti

Infine, un pensiero alla campagna abbonamenti. Avviata da solo tre giorni, è stata superata quota 1.000 sottoscrizioni rinnovate. Un dato che fa ben sperare, visto anche l’entusiasmo che si respira in città e in tutto il Salento. “Puntiamo a giungere a superare quota 13mila – hanno affermato Meluso e Sticchi”. “Però tengo a ringraziare i novemila abbonato degli anni scorsi – ha chiosato il Ds – grazie a loro ho avuto uno stimolo importante per svolgere al meglio il mio lavoro”.

Prolunga anche Vino

Intanto, insieme al responsabile del mercato giallorosso, ha prolungato il contratto anche il team manager Claudio Vino che si è legato alla società salentina per altri due anni.



In questo articolo: