Lecce, oggi la sentenza sul ricorso della Casertana. Alcibiade, ‘Con il Melfi la gara più insidiosa’

Nel pomeriggio si conoscerà l’esito di appello del ricorso presentato dalla squadra campana. In primo grado il risultato è stato omologato. I giallorossi ne fanno cinque in amichevole all’Otranto. Parla il difensore centrale.

Con i gol di Caturano e Surraco nella prima frazione e di Lepore, Doumbia e  Moscardelli  nella ripresa, il Lecce batte l’Otranto nel test amichevole svolto ieri in vista della sfida che domenica pomeriggio i giallorossi disputeranno al “Via del Mare” che li vedrà opposti al Melfi. Rutti i calciatori hanno preso parte alla sfida, anche il centrale di difesa Gianluca Freddi che è stato schierato dall’allenatore di Grosseto nel secondo tempo.

Intanto nel pomeriggio di oggi, davanti ai giudici della Seconda Sezione, presieduta da Piero Sandulli, si discuterà il ricorso di secondo grado presentato dalla Casertana nei confronti della società giallorossa e, nello specifico, riguardo al fatto che il magazziniere Giovanni Fasano non avesse l’idoneità a svolgere la funzione di assistente dell’arbitro in occasione della gara. Nel corso del primo grado il Giudice sportivo ha omologato l’1-1 maturato sul campo, infliggendo al sodalizio di “Piazza Mazzini” una multa di 5.000 euro.

“Credo che il mio ingresso in squadra non potesse essere migliore, sia dal punto di vista personale che collettivo. Non mi aspettavo un inizio così, a essere sincero e sono contento di quanto fatto, ma non siamo ancora a nulla”, ha affermato il difensore centrale Raffaele Alcibiade, ultimo arrivato in casa Lecce e schierato immediatamente in campo da mister Braglia.

“In carriera ho giocato con tutti i sistemi difensivi: a 3, 4 e 5.

Come sempre mi metto a disposizione e giocherò dove ci sarà bisogno senza problemi.

I miei compagni mi hanno accolto benissimo e anche questo è uno dei segreti per giocare bene.

L’esperienza all’estero mi ha fatto crescere e maturare da un punto di vista della personalità.

Il Melfi è una compagine formata da giovani che vorrà, sicuramente, fare bella figura. Delle partite che ho giocato ritengo che questa sia la più insidiosa”.

Oggi in programma una seduta a porte chiuse presso la “Cittadella dello Sport” di Martignano.



In questo articolo: