Lecce-Gubbio 1-1, per la prima vittoria in casa bisogna ancora aspettare

Lecce-Gubbio finisce con un pareggio. Cronaca dell’incontro sportivo e composizione delle squadre.

U.S. Lecce: 1 Perucchini, 2 D'Ambrosio, 3 Vinetot, 4 Amodio, 5 Diniz, 6 Martinez (CAP.), 7 Salvi (Bogliacino), 8 Sacilotto (Papini), 9 Doumbia (Zigoni), 10 Beretta, 11 Lopez

A disp.: 12 Bleve, 13 Bencivenga, 14 Papini, 15 Parfait, 16 Bogliacino, 17 Sales, 18 Zigoni
All.: Lerda
A.C. Gubbio: 1 Pisseri, 2 Bartolucci, 3 Giallombardo, 4 Boisfer (CAP.), 5 Tartaglia, 6 Ferrari, 7 Malaccari, 8 Baccolo, 9 Longobardi (Cocuzza), 10 Moroni (Domini), 11 Di Francesco (Falconieri)
A disp.: 12 Cacchioli, 13 Laezza, 14 Procacci, 15 Domini, 16 Cocuzza, 17 Russo, 18 Falconieri
All.: Bucchi
Arbitro: Serra di Torino
Assistenti: Mertino,  Sbrescia
Marcatori: 24 pt Lopez (Le), 40 pt Ferrari (Gu)
Note: ammoniti 19 pt D'Ambrosio (Le), 23 pt Bartolucci (Gu) 25 pt Diniz (Le) 39 pt Salvi (Le) 42 pt Doumbia (Le) 14 st Ferrari (Gu), spettatori 3.552 incasso 25.360,18 euro, angoli 8-4 per il Lecce,  recupero 2 pt  3 st
Sintesi: Dopo la gara vittoriosa di Pagani, i giallorossi di mister Lerda cercano, contro il Gubbio, i primi tre punti tra le mura amiche. Nonostante le assenze di Miccoli e Bellazzini, il tecnico di Fossano recupera l'uruguaiano Mariano Bogliacino, anche se per il centrocampista la partita inizia in panchina. Per il resto l'allenatore ripropone gli stessi 11 vittoriosi in Campania con l'eccezione, naturalmente, di Doumbia a fare coppia in attacco con Beretta. 
Il Gubbio parte fortissimo e già al secondo sfiora il goal con Moroni che, dopo aver raccolto un cross, solo davanti a Perucchini spara alto. Dopo lo spavento iniziale i giallorossi iniziano a giocare senza, però, creare pericoli alla porta di Pisseri. Al 23mo calcio di rigore per il Lecce. Trattenuta di Bartolucci su Lopez. Rigore e ammonizione per il difensore del Gubbio. Sul dischetto si presenta lo stesso giocatore uruguaiano. Pisseri para il tiro, ma sulla respinta si avventa Lopez che di testa insacca. Al 27mo giallorossi ancora vicini al goal. D'Ambrosio crossa per Beretta, ma prima che l'attaccante arrivi sulla palla c'è l'anticipo di un difensore avversario.  Al 30mo Sacilotto ci prova dalla lunghissima distanza, ma la palla termina di pochissimo alta. Al 39mo penalty per il Gubbio. Cross da parte di un giocatore umbro e fallo di mano di Salvi. Dagli 11 metri va Ferrari che spiazza Perucchini e sigla il pareggio. La marcatura dell'1-1 è l'ultimo episodio degni di nota della prima frazione che si chiude con due minuti di recupero.
La ripresa si apre con un cambio nelle file dei salentini, con Papini che prende il posto di Sacilotto. All'8vo punizione dal limite di Lopez, facile la presa di Pisseri. Al 15mo punizione dal limite di Lopez respinta con i pugni dall'estremo difensore umbro. Al 19mo punizione dal limite di Bartolucci. Perucchini para con un po' di affanno. Al 24mo Bogliacino prende il posto di Salvi. Al 32mo D'Ambrosio perde palla a centrocampo e Malaccari si invola verso la porta giallorossa, ma si allarga troppo favorendo il recupero dei salentini. Al 34mo crossa con il contagiri per la testa di Papini che manda alto. L'entrata del fantasista uruguaiano si fa sentire. Grazie a lui, infatti, il Lecce guadagna metri. I minuti finali sono un vero e proprio assedio da parte degli uomini di Lerda alla porta difesa da Pisseri, senza, però, riuscire a segnare.  Al 44mo ci prova  Diniz di testa, ma la sfera finisce a lato. Al 47mo  bogliacinonci prova su punizione dal limite, ma il tiro si infrange sulla barriera e un minuto più tardi Papini manda a lato di testa. Dopo questo episodio l'arbitro manda tutti negli spogliatoi. Per la prima vittoria in casa c'è ancora da aspettare.



In questo articolo: