Serie A, Conte torna in vetta, ma quante panchine in bilico. Il Lecce risale e pensa alla Coppa Italia

Il Lecce è a Coverciano dove, dopo il successo di Firenze, prepara la gara di Coppa Italia, in programma mercoledì pomeriggio contro la Spal. Risultati, classifica e prossimo turno in Serie A.

Quella maturata sul campo della Fiorentina è una vittoria che per il Lecce, nel domenica di campionato, ha acquistato un peso specifico di notevole importanza. Il blitz del “Franchi” targato La Mantia, infatti, ha permesso ai giallorossi di scalare la classica, aumentare il distacco con le inseguitrici in basso alla classifica e preparare, adesso, al meglio il trittico di gare prima della sosta natalizia che, in chiave-salvezza, sarà forse decisivo (nell’ordine, Genoa-Brescia-Bologna).

La squadra, però, dopo la partita è rimasta in Toscana. Mercoledì pomeriggio (ore 18), infatti, la comitiva salentina sarà impegnata in Coppa Italia con la SPAL. Liverani e i suoi sono in ritiro presso il Centro Tecnico di Coverciano: al gruppo dei trenta convocati si sono aggiunti quattro calciatori della Primavera giallorossa (il difensore Ilario Monterisi, il centrocampista Francesco Palumbo, e gli attaccanti Salvatore Rimoli e Sergio Maselli).

Ieri i giallorossi hanno sostenuto un allenamento in cui hanno lavorato in differenziato Dumancic, Majer, Mancosu e Meccariello, mentre è tornato in gruppo Filippo Falco. Oggi allenamento al pomeriggio, mentre martedì dopo la seduta mattutina, la squadra si trasferirà a Ferrara.

Rischiano Montella, Grosso, Ancelotti… e Thiago Motta?

Come detto, i 3 punti di Firenze hanno rappresentato un autentico toccasana per la classifica giallorossa, considerati i risultati della 14^ giornata. Una giornata che in vetrina ha messo l’Inter di Antonio Conte, tornata in testa alla classica dopo il successo sulla Spal (2-1) e. soprattutto, dopo l’inatteso pareggio casalingo della Juventus contro il Sassuolo (2-2). I nerazzurri, così, tornano a +1 sulla squadra di Maurizio Sarri.

Prova ad accorciare le distanze sulle due battistrada la Lazio di Simone Inzaghi che, in casa, travolge l’Udinese (3-0) e centra la sesta vittoria consecutiva. Risponde la Roma che vince a Verona, contro un Hellas mai domo: finisce 3 a 1 in favore dei giallorossi di Fonseca che – in attesa del posticipo di stasera – blindano la quarta piazza.

Cade malamente in casa il Napoli. Gli azzurri, emozionanti in settimana in Champion’s League, si fanno beffare da un Bologna che ha pare aver ritrovato lo spirito battagliero di Sinisa Mihalovic: 1-2 per i felsinei e per Ancelotti il futuro si fa più cupo. Panchina non propriamente salda per lui, al pari di quella di Vincenzo Montella in casa Fiorentina.

Torna al successo, invece, l’Atalanta che si aggiudica il derby lombardo contro il Brescia (0-3) e inguaia Grosso: per le Rondinelle si profila il ritorno in panchina di Eugenio Corini.

Deve sudare non poco il Milan prima di avere ragione del Parma (0-1): i ducali, tra le mura amiche, capitolano solo al minuto 88 con Pioli che torna alla vittoria dopo aver raccolto solo 1 punto nelle tre precedenti uscite.

Di misura, infine, anche il successo del Torino sul campo del Genoa: i granata sorridono, mentre per i rossoblù genoani – prossimi avversari del Lecce – la classifica resta precaria. Thiago Motta non sembra al momento rischiare (2 punti nelle ultime cinque giornate), ma i tifosi vogliono il ritorno di Ballardini in panchina.

Questa sera il monday night che chiuderà il turno tra Cagliari e Sampdoria.

La classifica

Inter 37, Juventus 36, Lazio 30, Roma 28, Atalanta e Cagliari* 25, Napoli 20, Parma e Verona 18, Torino e Milan 17, Bologna e Fiorentina 16, Udinese, Sassuolo e Lecce 14, Sampdoria* 12, Genoa 10, Spal 9, Brescia 7.
(*una partita in meno)

Prossimo turno 15^ giornata (6-8 dicembre)

Inter-Roma (ven. h20:45)
Atalanta-Verona (sab. h15)
Udinese-Napoli (sab. h18)
Lazio-Juventus (sab. h20:45)
Lecce-Genoa (dom. h12:30)
Sassuolo-Cagliari (dom. h15)
Spal-Brescia (dom. h15)
Torino-Fiorentina (dom. h15)
Sampdoria-Parma (dom. h18)
Bologna-Milan (dom. h20:45)



In questo articolo: