Lecce, ecco Farias: “sento già tanta fiducia. Per la salvezza serve lavorare sodo”

E’ giunto oggi in Salento Diego Farias: l’attaccante italo-brasiliano è l’ultimo acquisto del Lecce. “E’ stato il primo nome trattato in questa sessione di mercato, siamo felici di averlo adesso qui con noi”, lo ha presentato il DS Meluso.

E’ il giorno di Diego Farias. A 48 ore dal debutto ufficiale in stagione (domenica sera si gioca in Coppa Italia contro la Salernitana), il Lecce presenta l’ultimo arrivato, il pezzo pregiato: Diego Farias.

Ad Acaya, prima dell’allenamento pomeridiano, a fare gli onori di casa, come di consueto, è stato il DS Mauro Meluso: il responsabile dell’area tecnica ha spiegato la lunga trattativa per portare in giallorosso l’attaccante brasiliano: “Siamo contenti di poter presentare Farias oggi, dopo una lunga trattativa, conclusa proprio tra i due presidenti di Lecce e Cagliari. E’ stata la prima che abbiamo intavolato per la Serie A e alla fine siamo giunti a una felice conclusione, grazie soprattutto alla volontà del ragazzo che voleva vestire la maglia del Lecce”

Il nome di Farias era venuto fuori fin dalle prime battute del calciomercato estivo. In uscita dal Cagliari – dove era rientrato dopo il prestito nell’ultima stagione ad Empoli – Farias è stato a lungo corteggiato dagli uomini di mercato salentini e dopo tante offerte, si è raggiunta l’intesa: prestito con oneroso con obbligo di riscatto in caso di salvezza dei giallorossi (ha scelto la maglia numero 17).

“La scelta di venire in Salento è stata molto semplice – le sue prime parole da calciatore del Lecce – perché la dirigenza mi ha voluto fortemente. Ho sentito subito fiducia nei miei confronti. Sono un attaccante completo, ma per me l’importate è giocare: anche come terzino, sono a disposizione del mister. In coppia con Lapadula? Dobbiamo ancora conoscerci, ma so che è come me, pronto al sacrificio. Lo scorso anno mi sono trovato bene con Caputo e sono sicuro di poter fare un bel tandem con Lapa“.

Rimasto ai margini del progetto-Cagliari, Diego si è allenato in queste settimane, ma ha bisogno di inserirsi gradualmente nel gruppo.”Fisicamente mi manca poco per essere al top della forma – ammette. Spero di entrare a regime per la prima gara contro l’Inter. Quest’anno vorrei arrivare in doppia cifra e con la fiducia che sento nei miei riguardi spero di poter raggiungere questo traguardo”.

La carriera

Arrivato in Italia grazie al Verona, Farias “si è fatto le ossa” con le maglie di Foggia, Nocerina e Padova. Poi il grande salto in Serie A, nella stagione 2013/14, prima con il Sassuolo, poi la lunga militanza nel Cagliari e la parentesi dell’ultima stagione ad Empoli. In totale 118 presenze nel Massimo Campionato.

“Mi affeziono molto facilmente alle piazze in cui milito: se l’ambiente è quello giusto mi piace restare quanto più a lungo possibile. Chi mi ha parlato di Lecce lo ha fatto sempre con ottimi apprezzamenti: so che c’è tanto entusiasmo nell’ambiente. Ho letto il numero degli abbonamenti sottoscritti finora (siamo a quota 18mila, ndr) e per noi avere 20mila tifosi ogni domenica al nostro fianco sarà fondamentale. Chi conosco? Tanti: Tachtsidis, Gabriel, Rossettini, Dell’Orco. Non mi sento di fare nessuna promessa, per in Serie A per salvarsi serve dare il 110%”.



In questo articolo: