Serie A, il Lecce c’è! Presentata la domanda in Lega: indicato solo lo stadio “Via del Mare”

Nella giornata di oggi il Lecce ha chiuso l’iter documentale per l’iscrizione al prossimo campionato di Serie A. Lavori per lo stadio convincenti: nessun impianto di riserva.

Anche burocraticamente il Lecce adesso è ufficialmente in Serie A. Nella giornata di oggi, termine ultimo per presentare alla Lega tutta la documentazione necessaria, la società giallorossa ha inoltrato tutti gli atti utili al rilascio della Licenza Nazionale prevista per la partecipazione al Massimo Campionato, stagione 2019/20.

Dopo 7 anni, quindi, i salentini sono ufficialmente iscritti alla Serie A e sul punto la società tiene a precisare che “l’U.S. Lecce ha, al contempo, prodotto la dovuta documentazione attestante il crono programma degli interventi di adeguamento riguardanti lo stadio Via del Mare ai fini della rispondenza ai criteri Infrastrutturali del Sistema Licenze Nazionali FIGC. Tale documentazione, in base alle vigenti normative, ha consentito l’iscrizione sin da subito con l’indicazione dello stadio Via del Mare”.

Ciò significa che il piano di interventi voluto e varato dalla dirigenza ha convinto i componenti federali e, pur senza partecipare al bando comunale relativo alla concessione del diritto di superficie, il Lecce ha potuto indicare solo e soltanto il suo stadio, senza riserve.

Nelle ultime settimane, infatti, erano stati avviati dialoghi con Crotone e Frosinone per sondare la disponibilità degli stadi “Scida” e “Stirpe” come impianti di riserva. L’US Lecce, ad ogni modo, tiene a ringraziare “le società sportive FC Crotone e Frosinone Calcio, le rispettive Amministrazioni Comunali e le competenti Autorità Provinciali di pubblica sicurezza per la disponibilità e collaborazione dimostrate”.

Non solo. Sempre in giornata, è stata inviata alla COVISOC e alla Lega A la documentazione completa inerente i Criteri Economico – Finanziari su cui si regge tutto l’agire societario.



In questo articolo: