Lecce, Liverani si prende il bicchiere mezzo pieno: “bravi anche nelle difficoltà”. La nuova classifica della Serie B

Un Lecce prima spregiudicato, poi troppo accorto impatta per 2-2 sul campo del Crotone e si porta al 4° posto in classifica. Liverani: “subito il pari per un errore individuale”.

Solo un punto per il Lecce dalla trasferta di Crotone. Un punto che permette di continuare a muovere la classifica, un punto che dimostra ancora una volta il carattere di un gruppo capace di reagire dopo l’iniziale svantaggio. Ma un punto che poteva averne altri due se il Lecce, caparbio nel ribaltare l’1-0 di Simy, non avesse smesso di giocare a metà secondo tempo, con l’ingresso di un quinto difensore (Marino), al posto un ordinato Petriccione.

“Abbiamo incontrato una grande squadra in un campo difficile”, commenta nel dopo gara Fabio Liverani. “Certo, non posso non essere soddisfatto di questo risultato nonostante l’errore fatto sul secondo gol quando sembrava avessimo la partita in mano. Ritengo che abbiamo fatto una buona partita e perdiamo 2 punti solo per un errore individuale“.

I pitagorici vanno in vantaggio con Simy dopo appena 5 minuti, poi Tabanelli pareggia subito i conti e poco dopo Mancosu, anche lui di testa, porta avanti i giallorossi. Bene la fase di gestione, controllato senza troppi patemi il forcing più alto dei padroni di casa, fino alla scelta di rinunciare a una mezzala per inserire un centrale di difesa, a 20 minuti dalla fine.

Falco palla al piede ha creato numerose difficoltà – prosegue Liverani – e non c’era Palombi che sarebbe stato utile nell’ultima mezz’ora, avendo degli spazi, ci avrebbe fatto comodo. La nostra mentalità è questa: siamo lì, in lotta con le altre, perché anche quando siamo in difficoltà giochiamo sempre. E’ questo ciò che chiedo ai ragazzi”.

Il punteggio finale fa comunque bene alla classifica e al morale: il Lecce sale a 45 punti, a quattro lunghezze dalla zona promozione-diretta e con all’orizzonte tre partite casalinghe consecutive. Si partirà sabato prossimo, con il recupero contro l’Ascoli.

“Ora testa all’Ascoli – conclude. Sarà la partita più importante perché mentre gli altri non giocheranno noi potremmo portarci a un punto dal Palermo e a due dal Brescia”.

Le altre

Grandi le difficoltà per le squadre di testa. In alto, infatti, con la capolista Brescia che ha osservato il proprio turno di riposo, a vincere è stato solo il Palermo: i rosanero hanno superato con facilità il testa-coda contro il Carpi, imponendosi con un netto 4-1 e portandosi a un solo punto dalla testa della classifica.

Poi tanta fatica e tante sorprese. A cominciare dal Benevento che si infila in un periodo nerissimo: sabato pomeriggio, in casa, è arrivata la clamorosa sconfitta per 3 a 2 contro lo Spezia. Per i sanniti è il terzo KO consecutivo e le speranze di promozione diretta si affievoliscono.

Solo pareggi, invece, per Verone e Pescara, fermate sull’1-1 rispettivamente da Ascoli e Cosenza. Agguanta la zona playoff, invece, il Perugia: i grifoni biancorossi sbancano Padova. Ferma la serie di vittorie, ma non quella di risultati utili, il Cittadella, che impatta sul campo del Foggia. Per i Satanelli il ritorno di Grassadonia in panchina non è bastato per ritrovare i 3 punti.

Aria di crisi anche a Salerno: la squadra granata ha incamerato la terza sconfitta di fila, per mano del Livorno, che allunga sulla zona playout. Un gol per parte anche tra Venezia e Cremonese che restano ancora sul filo del rasoio.

Ora arriva la sosta per le Nazionali: sabato prossimo in campo solamente Lecce e Ascoli impegnate nel recupero della 22esima giornata.

La classifica

Brescia 50, Palermo 49, Verona 46, Pescara e Lecce* 45, Benevento 43, Perugia 41, Cittadella 40, Spezia 37, Salernitana e Cosenza 34, Ascoli* 32, Cremonese 31, Livorno 30, Venezia 28, Foggia e Crotone 27, Padova 23, Carpi 22.
*una partita in meno

Prossimo turno 30^ giornata (29-31 marzo)

Cremonese-Verona (ven. h21)
Ascoli-Benevento (sab. h15)
Carpi-Crotone (sab. h15)
Cittadella-Padova (sab. h15)
Cosenza-Palermo (sab. h15)
Perugia-Livorno (sab. h15)
Salernitana-Venezia (sab. h15)
Brescia-Foggia (sab. h18)
Lecce-Pescara (dom. h21)
riposa Spezia



In questo articolo: