La madre di tutte le partite: è caccia al biglietto per Lecce-Brescia

Questa mattina, dopo la trasferta di Perugia, il Lecce si è ritrovato per iniziare a pensare già alla capolista Brescia. In città la febbre è già alta: 25mila seggiolini disponibili, mentre la Cura Nord è tutta sold-out.

La settimana più importante è già iniziata. In casa Lecce non c’è tempo per godersi il bellissimo e prezioso successo sul campo del Perugia perchè le attenzioni sono già rivolte al big match di domenica prossima contro il Brescia. Lo scontro al vertice contro le Rondinelle, prime con un vantaggio di 3 punti sui giallorossi, può essere tranquillamente considerata la madre di tutte le battaglie della storia recente del club salentino.

Dopo i 6 anni di Lega Pro, infatti, nessuno alla vigilia del campionato che ha segnato il ritorno tra i cadetti del Lecce, si aspettava di giocarsi chances di promozione diretta in massima serie, a quattro turni dalla fine della regular season, contro la prima in classifica con concrete possibilità di sorpasso. Il giusto premio, questo, per un’annata stratosferica dei giallorossi che, comunque vada, hanno sorpreso ed emozionato tutti. Ma l’appetito, come si suol dire, vien mangiando, e contro la comitiva allenata la mister Corini, il Lecce si giocherà il tutto per tutto. In palio una grossa fetta di promozione diretta.

stadio-lecce-biglietti
Le biglietterie dello stadio Via del Mare

Palpabile, naturalmente la tensione per le vie della città. Già dal triplice fischio finale dell’arbitro che ha sancito il successo del Lecce in terra umbra, è partito il tam-tam mediatico, e non. Tutti sono a caccia di un biglietto valido per assistere alla super sfida. La febbre sale di ora in ora e già nella giornata di ieri si sono toccate quote vertiginose.

Sembra scontato che domenica sera (calcio d’inizio alle ore 21) si batterà il record stagionale di spettatori e di incassi (a proposito, l’US Lecce ha già comunicato che non vi saranno biglietti omaggio per alcuno), anzi, si punta a superare il dato di 18.260 tifosi presenti lo scorso anno in occasione di Paganese-Lecce. “Impresa” più che alla portata per il popolo giallorosso, anche perché nei giorni scorsi la Commissione Provinciale di Vigilanza della Provincia di Lecce ha autorizzato la richiesta avanzata dalla dirigenza di via Costadura di incremento della capienza dello stadio.

Contro il Brescia, infatti, ci saranno 5.463 seggiolini disponibili in più (n. 2.896 in Tribuna Est, 1.000 in Curva Sud Superiore e 1.567 in Tribuna Centrale Inferiore), per una capienza complessiva che passa da 19.874 a 25.322 posti. Curva Nord superiore già sold-out.

Milleducento sono invece i posti riservati alla tifoseria del Brescia che si mobiliterà in massa, soprattutto perché, in caso di successo, i biancoblu potranno festeggiare il ritorno in Serie A con quattro giornate d’anticipo. Insomma, gli ingredienti per un grande spettacolo ci sono proprio tutti.

Oggi già in campo

Dal fronte degli allenamenti, infine, stamane  è ripresa la preparazione dei giallorossi. Contro i lombardi, Liverani potrà contare sul rientro dalla squalifica di Fabio Lucioni, mentre ci sono buone possibilità di rivedere in campo Calderoni, e di recuperare – almeno per la panchina – Manuel Scavone. Oggi l’ex Parma è tornato in gruppo insieme a Bovo, mentre hanno lavorato in differenziato, oltre a Calderoni, Fiamozzi, Cosenza e Saraniti.

Domani pomeriggio allenamento, a porte chiuse, ad Acaya.



In questo articolo: