Lecce-Reggina: recuperi in difesa, guai in attacco. Le probabili formazioni

Torna in campo il Lecce che contro la Reggina ha gli uomini contati, praticamente in ogni reparto. In difesa pronta la coppia Lucioni-Dermaku.

Torna la Serie B dopo la sosta. Il break che si è concesso il campionato cadetto dopo un dicembre di fuoco, è già finito: la diciottesima giornata ha preso il via nel tardo pomeriggio di ieri e oggi sarà il turno del Lecce. I giallorossi, reduci dal pareggio casalingo a reti bianche contro il Monza, questo pomeriggio saranno di scena allo stadio “Granillo” di Reggio Calabria, ospiti di una Reggina a caccia di punti salvezza.

Ma per i salentini l’imperativo è dare continuità agli ultimi buoni risultati: uscire indenni dalla trasferta calabrese, proiettarsi al biog match contro la capolista Empoli e chiudere nel miglior modo possibile il girone d’andata. Un passo per volta, però, perché l’impegno di oggi è tutt’altro che agevole. Per mister Eugenio Corini la sosta non è stata propriamente benevola: è vero che il gruppo ha tirato il fiato, ma è altrettanto vero che molte pedine si sono fermate strada facendo e oggi gli uomini su cui poter contare sono davvero pochi.

A sorridere, infatti, è solo il reparto centrale della difesa, con Lucioni, Dermaku e Meccariello tutti a disposizione, mentre per le corsie esterne Adjapong e Calderoni non sono al top. Problemi pesanti anche in attacco: Paganini, Rodriguez, Falco e Pettinari sono rimasti in Salento (per motivazioni diverse) e dalla cintola in su le scelte sono pressoché obbligate.

Tra i pali Gabriel proverà a blindare la sua porta per la seconda volta di fila, mentre davanti a lui dovrebbero agire Adjapong, Lucioni, Dermaku e Zuta (con il versatile Meccariello pronto a dare manforte a gara in corso); in mezzo Tachtsidis dirigerà l’orchestra, affiancato da Henderson e di uno tra Björkengren o Listkowski (out anche Majer), mentre in avanti scontato l’impiego dal 1′ di Mancosu, Stepinski e Coda.

I padroni di casa, invece, si presenteranno con un 4-2-3-1 composto da Guarna in porta, Del Prato, Cionek, Loiacono e Di Chiara in difesa, Crisetig e  Bianchi tra le linee, Situm, Folorunsho e Liotti tris alle spalle di Rivas. Per mister Marco Baroni l’intento è di mandare in archivio l’ultimo KO contro l’Ascoli.

Reggina-Lecce sarà diretta dal signor Manuel Volpi della sezione di Arezzo: calcio d’inizio alle ore 16 con diretta streaming sui canali di DAZN.

18ª giornata

Come anticipato, il campionato è ripartito già ieri con due anticipi. In campo Chievo e Frosinone: i clivensi hanno infilato il settimo risultato utile consecutivo battendo un ostico Entella (2-1), mentre i ciociari non vanno oltre lo 0-0 sul campo del Vicenza, con i padroni di casa addirittura più pericolosi.

Oggi occhi puntati su Lecce e Monza entrambe impegnate contro le calabresi, ma l’attesa è tutta per il big match di domenica sera, con lo scontro al vertice tra Empoli e Salernitana.

Chievo 2 – Virtus Entella 1
LR Vicenza 0 – Frosinone 0
Pordenone-Venezia (oggi h. 14)
Monza-Cosenza (oggi h. 14)
Pisa-Brescia (oggi h. 14)
Cittadella-Ascoli (oggi h.14)
Reggina-Lecce (oggi h. 16)
Pescara-Cremonese (dom. h.15)
Empoli-Salernitana (dom. h 21)
Spal-Reggiana (lun. h. 21)

La classifica

Empoli 34, Salernitana 31, Monza e Cittadella* 30, Spal 29, Chievo Verona* 27, Frosinone e Lecce 26, Venezia 25, Pordenone 24, Brescia 21, Pisa* e Vicenza 20, Reggina 17, Pescara 16, Cosenza, Cremonese e Reggiana* 15,  Entella+ 14, Ascoli 13.
(*una partita in meno; +una partita in più)



In questo articolo: