Torna il Presepe di sabbia con le sue maestose sculture…Scorrano è pronta a ‘stupirvi’ per Nalate

Scorrano vi aspetta per la seconda edizione del presepe di sabbia realizzato da artisti provenienti da tutto il mondo. Pronti a lasciarvi incantare?

Un anno fa, la voglia di rendere il Natale nel Salento unico e speciale aveva spinto l’associazione di volontariato «Promuovi Scorrano» a pensare di realizzare qualcosa di grande. Mai visto prima.

L’impresa era ardua, difficile da realizzare in una città nota in tutto il mondo per le sue luminarie, sempre più imponenti, sempre più svavillanti. E in una terra dove la ‘concorrenza’ non manca grazie alle tante tradizioni millenarie, religiose e non, che vanno in scena durante le festività. Non era facile, ma il presepe di sabbia era riuscito a richiamare nel Convento degli Agostiniani migliaia di persone, tutte incantate da quelle ‘sculture’ ricche di fascino, di dettagli e di magia. Una prima edizione, conclusa con un meritatissimo successo, che ha spinto l’Associazione a concedere il bis, riunendo a Scorrano per la seconda edizione artisti provenienti da tanti paesi del mondo: Italia, Belgio, Olanda, America, Canada, Russia, India e Lituania (guarda il video durante la preparazione dei lavori).

E se la manifestazione ha assunto un respiro sempre più internazionale per volere degli organizzatori anche il progetto realizzato per il Natale 2019 è stato ancora più ambizioso. È stato perché è davvero tutto pronto per il taglio del nastro.

“Sand Nativity 2019”

L’appuntamento da fissare in rosso sul calendario è quello di domenica, 1 dicembre alle ore 17.00 quando il Chiostro degli Agostiniani aprirà ancora le sue porte per ‘svelare’ le magnifiche opere e tutte le novità pensate per quest’anno.

«Scorrano ha accolto gli artisti provenienti da diversi Paesi del mondo proprio come una grande famiglia – ha affermato Vito Maraschio, Presidente dell’Associazione che ha reso reale la magia  – seguendo lo stesso principio ispiratore di questa seconda edizione dedicata agli uomini di buona volontà. Una scelta non casuale in un periodo di forti divisioni e di egoismi, come quello che stiamo attraversando». Questa la prima novità.

Tra le opere si potranno ammirare anche il Mahatma Gandhi, scolpito dall’artista russo Pavel Mylnikov. Un modo per celebrare il profeta della non violenza in occasione del 150° anniversario della sua nascita.
David Ducharme è giunto dal Canada al Salento per raffigurare San Francesco, uomo che ha dimostrato di saper vivere secondo gli insegnamenti del Vangelo e che per primo ha introdotto la tradizione del presepe.

Don Tonino Bello, il vescovo salentino dalle scelte forti e coraggiose, è stato modellato dalle mani di Sudarsan Pattnaik (India). Esempi provenienti da culture, etnie e religioni diverse, ma accomunati dalla volontà di fare del bene al prossimo.

Le tre installazioni saranno in completa armonia con la Natività, resa ancora più monumentale da Leonardo Ugolini – Direttore artistico (Italia), Mac David (Belgio) e Sue McGrew (USA) e Marielle Heessels (Paesi Bassi). Il risultato è un’atmosfera unica donata dalle maestose sculture che stringono il visitatore in un abbraccio ideale.

Quando visitare il presepe di sabbia

Le opere potranno essere visitate dal 1 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020 tutti i giorni negli orari di seguito indicati:

  • dal lunedì al venerdì solo il pomeriggio dalle 16:00 alle 21:30.
  • sabato, domenica e festivi la mattina dalle 10:00 alle 12:30 e il pomeriggio dalle 15:30 alle 22:30

L’evento è patrocinato dal Senato della Repubblica Italiana, dal Consiglio Regionale della Puglia, dal Comune di Scorrano e della Provincia di Lecce, oltre che dall’Ambasciata dell’India a Roma, dal Consolato onorario della Federazione Russa in Bari, dall’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi e dall’Ambasciata del Belgio a Roma.



In questo articolo: