Asl e carcere. I detenuti diventano ‘vigili’ nei parcheggi dell’ ospedale di Lecce

Come orevede l’art. 27 della Costituzione italiana i detenuti sono chiamati a seguire percorsi di riabilitazione sociale e lavorativa. Arrivano da Borgo San Nicola i detenuti che vigileranno sui parcheggi del Fazzi

Reinserimento lavorativo e sociale per i detenuti di Borgo San Nicola. Saranno loro, a quanto fa sapere l’ associazione Salute Salento,  a controllare la sosta delle macchine all’interno dell’ospedale “Vito Fazzi” e nell’area del Poliambulatorio.

Il tutto parte dalla delibera di «Accordo per l’inserimento dei detenuti in attività lavorative», fra la Casa circondariale e la direzione della Asl, che comprende anche piccoli lavori di manutenzione degli stalli di sosta e della segnaletica.

L’impiego sarà a titolo gratuito e volontario, e coinvolgerà non più di 10 detenuti che dal 10 novembre prossimo lavoreranno dalle 8 alle 13 in attività di pubblica utilità a favore della collettività per un periodo di 12 mesi, che potrà anche essere sospeso da entrambe le parti come prevede il progetto.

Da parte sua la Asl si impegna a rispettare gli orari, a fornire le attrezzature occorrenti (materiale di pulizia e di manutenzione) e le dotazioni di protezione individuali (tute, occhiali..), ad individuare un tutor che segua i percorsi lavorativi e segnali inadempienze o comportamenti inadeguati, a provvedere alla copertura dei rischi con polizza Inail.

La direzione della Casa circondariale, invece, si impegna a selezionare i detenuti, escludendo quelli che hanno commesso reati contro i minori, far rispettare gli orari di lavoro e il controllo, mettere a disposizione un operatore dell’Istituto che seguirà l’andamento dei percorsi di collaborazione.

Come fa notare Salute Salento, però, nella delibera “non viene fatto alcun cenno ad eventuali brevi corsi di formazione «sul campo», su come intervenire sugli utenti che lasciano la macchina fuori posto”. Una mancanza non di poco conto, se si considera che, in fatto di parcheggi, gli animi degli automobilisti si scaldano facilmente.
 



In questo articolo: