E’ Natale anche per gli animali: attenzione ai botti

Come ogni anno, in occasione di ogni vigilia, saranno in tanti i fuochi di artificio sparati nel cielo del Salento. Tanti saranno anche i botti esplosi che rappresentano un vero tormento per gli animali, soprattutto quelli domestici. Anpana Lecce lancia l’appello ai cittadini.

La vigilia del Natale apre ufficialmente le tradizionali feste di fine anno: tra i classici cenoni e il consueto scambio di regali, l’arrivo del giorno della festa è segnato anche dallo scoppio dei tipici fuochi d’artificio: una esplosione di luci e colori nel cielo buio della notte per salutare le festa che arriva. Anche questa notte, quindi, allo scoccare della mezzanotte e all’arrivo del Santo Natale, il cielo si illuminerà di spettacolari giochi pirotecnici. Ma accanto alle bellissime decorazioni del cielo, dovremo fare i conti anche con i botti: tremende esplosioni che fanno solo rumore.

Tante sono le iniziative che mirano a prevenire i danni causati dai ‘botti’: incontri con i più giovani e non, campagne di sensibilizzazione e continui richiami al corretto uso dei fuochi. Una brutta usanza che, inoltre, mette a repentaglio soprattutto l’incolumità degli animali, i più impauriti dagli scoppi.

Un problema sentito da Anpana, la Onlus deputata alla protezione degli animali, della natura e dell’ambiente. L’associazione si preoccupa dell’effettiva protezione verso gli amici a quattro zampe, richiamando lo slogan del Comune di Lecce scelto come campagna di sensibilizzazione. ‘Ogni Botto è un’Esplosione di Paura’, infatti, è il leitmotiv con cui l’Assessorato all’Ambiente di Lecce ha deciso di fare un attento richiamo a tutta la cittadinanza. ‘Servirebbe un assoluto divieto di vendita nel mese di dicembre fino al 6 gennaio – scrive il Presidente di Anpana Lecce, Giuseppe Albanese – in forma ambulante e non, di ogni tipo di fuochi d’artificio, anche quelli di libera vendita che abbiano effetto di scoppio. Purtroppo, però, già da alcuni giorni fanno bella mostra di sé bancarelle di esplosivi di ogni genere’.

Lancia l’appello, dunque, Anpana ricordando come simili esplosivi non sono solo tra le principali cause di morte e spavento per cani, gatti e volatili, ma che possono rappresentare anche danni al patrimonio cittadino, il deturpamento del decoro urbano, oltre a provocare il sovraffollamento del Pronto Soccorso proprio nei giorni di festa.



In questo articolo: