Fenomeni del web. A spopolare su internet è¨ un simpatico prete salentino

Il video di un matrimonio, celebrato da don Nando, giovane parroco di Surbo, e pubblicato su facebook grazie alla Emotions Photo sta facendo il giro del web raccogliendo migliaia di like.

«In the future, everyone will be world-famous for 15 minutes» disse Andy Warhol nel lontano marzo del 1968. «Nel futuro, tutti saranno famosi per 15 minuti»… Quel che l’eclettico artista, pioniere della pop art, non aveva contemplato nella sua immagine del domani è che ne bastano anche meno. E poco importa se si tende a perdere la tanto agognata «visibiltà» con la stessa velocità con cui la si conquista, quel che conta è far parlare, ridere, discutere. Youtube,  il sito di video sharing nato per dare la possibilità a tutti.

di condividere i propri video con il mondo intero, è un esempio lampante. «Broadcast yourself» recita il sottotitolo e dalla sua nascita milioni di persone, non senza un pizzico di esibizionismo, hanno cercato di seguire il consiglio: musicisti, veri o solo presunti, make-up artist competenti o improvvisate, chef pluristellati o cuochi esordienti, dilettanti allo sbaraglio o talentuosi professionisti, hanno finalmente avuto a disposizione, gratuitamente, un grande palcoscenico digitale per poter mettere in mostra i loro talenti, le loro idee, le loro follie. Un’occasione che in molti casi è riuscita ad emergere uscendo dal mare magnum del web 2.0, imponendosi non più come gioco ma come vero e proprio tormentone.  Senza contare, infine, le parodie, nate con il preciso scopo di prendere in giro quelli che si prendono troppo sul serio. La verità è che sono in tantissimi, sulla rete, a cercare i loro 15 minuti di celebrità, ma sono in pochi a sfondare davvero. Gli altri regaleranno al massimo un quarto d’ora di divertimento a chi li osserva interessati al di là dallo schermo.

A volte, però, si diventa famosi inconsapevolmente. È il caso di un simpatico prete salentino che, immortalato a sua insaputa durante la celebrazione di un matrimonio, è diventato un vero e proprio fenomeno virale. Basta fare un giro su facebook per rendersi conto che non esiste utente che non lo abbia condiviso sulla propria bacheca. A onor del vero, lo spezzone della messa non è stato caricato su youtube ma ciò non toglie che stia letteralmente facendo impazzire (e ridere) gli internauti. Protagonista suo malgrado, per chi non lo conoscesse, è don Nando Capone, parroco di Surbo che ha saputo conquistare con la sua simpatia migliaia di like e commenti.  Nessuno avrebbe mai immaginato che il giorno più bello della vita di due sposini di Lequile si sarebbe trasformato in una notizia degna di essere riportata su tutti i giornali. Ma la simpatia del sacerdote, l’intuizione dello studio fotografico «Emotions Photo» e il dialetto leccese utilizzato durante la funzione hanno fatto il resto. Insomma la risata è assicurata e alla fine dei poco meno di due minuti quel che resta impresso a tutti è l’insegnamento di don Nando:  «è vero che il vino buono è quello più maturo, ma mica quiddhru ‘nnacedutu»



In questo articolo: