Come diventare rivenditore di Gratta e Vinci

La vendita dei biglietti del Gratta e Vinci è riservata ai punti vendita autorizzati, di cui fanno parte i tabaccai, le aree di servizio autostradali, i bar, le edicole e tutti i rivenditori che espongono il contrassegno

Tra le professioni più ricercate al giorno d’oggi ci sono senza dubbio quelle di tabaccaio e barista, da sempre veri e propri luoghi aggregativi nelle grandi città così come nei piccoli centri per tutta una serie di motivi. I servizi che vengono offerti da queste realtà sono ormai tantissimi, molti dei quali relativi alla possibilità di effettuare pagamenti diversi in via del tutto telematica senza doversi recare, ad esempio, alle Poste. Qui si possono ritirare oggetti acquistati sulle popolari piattaforme di e-commerce, inoltre sono i punti di riferimento fisici principali quando si tratta di acquistare i biglietti della lotteria istantanea Gratta e Vinci.

Per venire incontro alle esigenze dei giocatori sono stati pensati e commercializzati moltissimi biglietti diversi, con formule varie e innovative. La gamma è ampia e in continuo aggiornamento anche per quanto concerne, oltre alle tipologie di gioco, le fasce di prezzo. In merito a questo, sarà utile precisare come siano presenti sul mercato biglietti Gratta e Vinci al costo di 1€, 2€, 3€, 5€, 10€ o 20€. In particolare, esistono in vendita vari tipi di biglietti caratterizzati da grafiche, meccaniche di gioco e premi che sono appositamente pensati per soddisfare ogni tipo di giocatore, rispondendo alle esigenze di divertimento responsabile, immediatezza e sicurezza. I Gratta e Vinci sono le uniche lotterie istantanee ad essere autorizzate a pagare i premi in denaro. I rivenditori ufficiali dei Gratta e Vinci espongono all’esterno o comunque in bella vista il contrassegno distintivo. Ma qual è nello specifico l’iter per la licenza di rivenditore Gratta e Vinci? Vediamolo insieme, step by step, in questo approfondimento.

L’iter per fare richiesta: ecco le cose da sapere

Per poter essere un rivenditore autorizzato alla vendita di biglietti delle Lotterie Nazionali ad estrazione differita ed istantanea bisogna diventare titolari di una concessione ADM per l’esercizio a distanza dei giochi pubblici. Chi dovesse risultare già titolare di una concessione per l’esercizio a distanza dei giochi pubblici (in regola con tutti gli adempimenti nei confronti di ADM) e volesse attivare le Lotterie Online all’interno del proprio sito, dovrà inviare la richiesta di autorizzazione e successivamente ottenere l’approvazione di ADM, completando la procedura di integrazione. Anche perché siamo sempre più abituati a ricorrere ai servizi digitali e al web negli ambiti più diversi (come ad esempio per il green pass), e il settore dello svago responsabile non è estraneo al cambiamento.

La vendita dei biglietti del Gratta e Vinci è riservata ai punti vendita autorizzati, di cui fanno parte i tabaccai, le aree di servizio autostradali, i bar, le edicole e tutti i rivenditori che espongono il contrassegno distintivo. Al ricevitore è riconosciuto un aggio dell’8% del prezzo stampato sul biglietto per le lotterie istantanee come appunto il Gratta e Vinci. L’aggio spettante al ricevitore è esente da IVA come previsto dall’articolo 10 comma 6 del DPR 633/72. I Gratta e Vinci sono le uniche lotterie istantanee autorizzate a pagare premi in denaro e ciò ha contribuito a incrementare la loro popolarità, soprattutto in tempo di pandemia. Sono giochi caratterizzati da regolamenti semplici, che comunque garantiscono sia l’immediatezza che una certa frequenza di vincita attraverso biglietti sicuri e integri.

La scheda raccolta dati, l’esame dei documenti e l’esito

Quindi in che modo si diventa rivenditore di Gratta e Vinci? Si deve portare a compimento un iter ben preciso: si tratta innanzitutto di compilare la scheda per la raccolta dei dati in ogni sua parte, la quale poi verrà debitamente esaminata (con particolare attenzione al rispetto delle regole) nel più breve tempo possibile. Oltre a nome, cognome, codice fiscale e partita IVA si dovranno indicare anche la ragione sociale e l’indirizzo completo del punto vendita, così come pure un recapito telefonico e un indirizzo e-mail. Poi sarà la volta delle informazioni relative al punto vendita stesso e relativa ubicazione.

Appena ricevuti e verificati i documenti, verrà effettuata la richiesta formale di autorizzazione alla vendita delle Lotterie con partecipazione a distanza ad ADM: non resta così che attendere la comunicazione del parere (tramite posta elettronica). Il numero di richieste, come è facile immaginare, è sempre più alto, poiché i biglietti del Gratta e Vinci rappresentano una costante per attività come quelle cui abbiamo fatto cenno. Solo in caso di un esito positivo il richiedente verrà ricontattato, mentre invece una volta trascorsi 30 giorni lavorativi senza aver ricevuto risposta si dovrà considerare la richiesta come non accettata. Cosa vuol dire questo silenzio? Che la domanda è stata ritenuta non idonea per ciò che concerne nello specifico le valutazioni commerciali di ampliamento della rete per la vendita dei biglietti. Tante info utili sia sulle modalità di gioco che sui biglietti al momento commercializzati si possono trovare sul sito ufficiale Gratta e Vinci, dove è presente anche una ricca sezione di approfondimenti dedicata alle Frequently Asked Questions, ovvero alle domande ricorrenti degli utenti.



In questo articolo: