La pace sfila in via Trinchese: gli studenti leccesi mostrano le ‘Bandiere del Mondo’

Bellissima iniziativa, questa mattina, da parte degli studenti appartenenti agli Istituti ‘Galilei Costa’ e ‘Quinto Ennio’: una singolare sfilata per le vie del centro storico con in mano le ‘Bandiere di un Mondo di Pace’.

I volti giovanili che sfilano lungo la via più passeggiata dai leccesi rappresentano una speranza. Sorrisi accesi in via Trinchese. Felici. E non solo perché è terminato il periodo scoltastico, ma anche a testimonianza del messaggio fondamentale per eccellenza: quello della pace. Giusto, pertanto, iniziare dalle nuove generazioni.  Sacrosanto, oltretutto, puntare alle espressioni sincere, tipiche di un’età fresca e pronta ad emergere. Ed ecco dunque che gli studenti dell’Istituto "Galilei-Costa", unitamente agli alunni del “Quinto Ennio”, comunicano al capoluogo salentino il significato di unione senza confini, tanto geografici quanto sociali. L’occasione per farlo? Semplice, il mini flashmob tenutosi stamattina tra i tratti principali del centro storico (Via Trinchese, all’altezza del teatro Apollo, e Piazza Sant’Oronzo). Singolare iniziativa – denominata "Le Bandiere di un Mondo di Pace – Ecco come i giovani vedono il futuro prossimo" – che ha incuriosito passanti e turisti intenti a svolgere le proprie attività quotidiane.

A spiegarci nel dettaglio l’iniziativa è Daniele Manni, docente d’informatica presso l’Istituto commerciale “Costa”:«Tutto parte da alcuni miei allievi impegnati nel progetto N2Y4P (Nerver too young for peace), le cui lettere alfabetiche corrispondono ad un significato ben preciso. Tra questi, proprio la “P” di Pace. L’idea uscita dal lavoro di gruppo dei ragazzi ha inteso ridisegnare graficamente le bandiere delle nazioni con in mostra il simbolo della pace. Dopodiché abbiamo voluto allargare gli orizzonti, coinvolgendo la Scuola Media “Quinto Ennio”. La preside è stata felice della proposta, dandoci carta bianca. Così, alcuni ragazzi, prendendo spunto dai file da noi stessi inviati, li hanno riprodotti personalmente su cartellone. E quindi, da ciò, lo scenario odierno di festa».

Bisogna sottolineare, però, che tale azione rientra nell’ambito di “Lecce Capitale Italiana della Cultura 2015”:«Siamo sempre in contatto con l’Assessore Alessandro Delli Noci – conclude il prof. Manni – pronti a partecipare per il bene della nostra città. Mettendo in primo piano, ovviamente, il panorama giovanile».