Maratona Telethon. Vince la solidarietè

Anche nel capoluogo salentino si conclude la due giorni per la ricerca contro le malattie genetiche. Termina Telethon edizione 2010 e vince anche quest’anno la solidarietà.

Una banca allestisa come fosse il tempio della musica d’autore, mentre agli sportelli si effettuano versamenti di solidarietà tra stelle di Natale e piccoli cadeaux di pasticcini. Tutto questo sono state le filiali della BNL di Lecce, sede di Telethon 2010, durante la gara per la ricerca contro le immunodeficienze e le malattie genetiche. Dopo 20 anni, anche oggi Telethon prosegue la sua marcia e tanti sono stati i risultati raggiunti: 307 milioni di euro destinati alla ricerca, più di 2.000 progetti realizzati, 1.400 ricercatori impegnati.

Siamo molto contenti dei traguardi tagliati quest’anno – afferma  il direttore della filiale di piazza s.Oronzo a Lecce Angelo Rosa – I grandi numeri probabilmente li dobbiamo anche allo sforzo di destagionalizzare gli eventi grazie alla collaborazione del Comune e della Provincia. Abbiamo registrato un incremento dell’80% rispetto allo scorso anno. La cittadinanza ha risposto positivamente alla nostra campagna di sensibilizzazione anche grazie ai nostri partner. Possiamo dire di aver superato la soglia dei 40mila euro”. Un traguardo importante, quindi, e una raccolta che dà luce alla speranza per far sì che la Ricerca possa dare i suoi frutti.

Ad allietare la serata fino alle 24 – cioè fino a quando gli sportelli rimarranno attivi per le donazioni –  note di pianoforte e di chitarra, con Francesco Martina, Alessio Signore, Rocco Mastrolia, Carolina Bubbico, Andres Gallucci, Alberto Manzo e Giacomo De Rinaldis. E poi il Grande Sax di Jimmy Santoro e Carlo Faleo, la chitarra irlandese e la voce di Paddy Rocks, per il gran finale il Jazz con Francis Ferrante.



In questo articolo: