Al via l’Operazione ‘Estate Sicura’, controlli a tappeto dei Carabinieri sul territorio di Gallipoli

Con l’avvio della bella stagione si intensificano i controlli degli uomini dell’Arma. nel finesettimana tra l’altro, 20 denunce in stato di libertà, 10 patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza. Contestate, altresì, 70 violazioni amministrative.

Una serie di controlli, finalizzati principalmente a contrastare il perpetrarsi di reati in genere, oltre al fenomeno della guida in stato di ebbrezza. All’attività posta in essere hanno partecipato pattuglie dell’aliquota radiomobile, militari della Tenenza di Copertino e delle stazioni dipendenti, per un totale di 50 militari e 25 automezzi, coordinati dal Comandante di Compagnia di Gallipoli, Capitano Michele Maselli.
 
Negli ultimi due weekend del mese di maggio ed in occasione del ponte del 2 giugno i Carabinieri della Compagnia jonica, sono impegnati su tutto il territorio di loro competenza, con numerosi servizi coordinati a largo raggio con i quali ha avuto inizio l’operazione “Estate Sicura 2015” volta ad incrementare il controllo del territorio e la prevenzione e repressione dei reati nel corso della stagione estiva, ornai immininente.
 
L’azione è stata dispiegata principalmente nelle aree cittadine, periferiche e litoranee di Gallipoli, Galatone, Nardò’, Sannicola e Cutrofiano anche con l’impiego di militari in abiti civili che si sono uniti alle migliaia di persone che hanno affollato il litorale della “Città Bella” e le discoteche della zona.
 
Complessivamente, i controlli hanno permesso di ottenere questi risultati:
Due soggetti, D.C. 20enne e B.A. gallipolino classe 37enne stati deferiti in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il primo infatti è stato trovato con oltre dieci dosi di hashish in tasca, mentre, il secondo, con un involucro di cocaina pura del peso di oltre 4 grammi.
 
I controlli a tappeto in tutto il territorio della Compagnia hanno altresì permesso di reprimere anche una serie di reati contro il patrimonio.
 
A Gallipoli, i militari hanno deferito in stato di libertà un romano 41enne che, approfittando di una donna residente nella “Città Bella”, le aveva sottratto la carta di credito ed il codice pin al fine di effettuare alcuni pagamenti in proprio favore. È stato deferito in stato di libertà per furto e utilizzo indebito di carta di credito.
 
Sempre a Gallipoli i militari dell’Arma hanno fermato un uomo nigeriano privo di documenti di identità. Dagli accertamenti è emerso che lo stesso era entrato irregolarmente sul territorio nazionale senza mai essere riconosciuto ed identificato.
 
A Cutrofiano, invece è stata deferita, sempre in stato di libertà, una nigeriana 18enne che aveva un provvedimento di espulsione a suo carico e ha fornito false generalità ai Carabinieri che l’avevano fermata.
 
A Nardò gli uomini dell’Arma, durante un controllo, hanno deferito in stato di libertà A.I. 23enne neretino per ricettazione aggravata. Durante il servizio, passando davanti al capannone industriale della ditta del denunciato, i militari hanno notato una catasta di oltre 120 kg di cavi di rame che apparivano essere stati tagliati da poco. Volendo approfondire, i Carabinieri hanno rinvenuto sulle guaine il logo di una ditta che proprio quella mattina aveva denunciato un furto di cavi di rame. Il titolare della ditta è stato pertanto identificato e denunciato.
 
Due soggetti nigeriani, sempre a Nardò, sono stati denunciati in quanto trovati nell’atto di chiedere l’elemosina ai passanti. Poiché nel comune più grande della provincia dopo Lecce vige un’Ordinanza del sindaco che lo vieta, i militari li hanno deferiti in stato di libertà per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.
 
Il servizio a largo raggio svolto ha, inoltre, visto i militari impegnati nel contrasto alla guida in stato di ebbrezza e nei controlli alla circolazione stradale, con attenzione particolare alla zona di Gallipoli e Sannicola, dove, numerosi locali hanno iniziato le proprie attività inaugurando la stagione estiva 2015.
 
Per nove automobilisti è scattato il deferimento in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza per l’alto tasso alcolemico presente nel sangue, superiore alla soglia minima di 0,80 g/l. In un caso si sono raggiunti 1.50 g/l quindi quasi quattro volte la soglia minima.
 
Dieci le patenti ritirate, 70 le contravvenzioni al Codice della Strada elevate, per violazioni che vanno dalla guida senza cinture di sicurezza all’uso del telefono cellulare al volante. Oltre 300 i punti sottratti alle patenti dei malcapitati guidatori. Numerose peraltro le violazioni per assenza di copertura assicurativa e revisione periodica. In tutto dieci i mezzi sequestrati per questi ultimi motivi.
 
Presso un posto di controllo, un uomo di Galatone, fermato, è apparso particolarmente nervoso. I militari hanno voluto approfondire il controllo ed hanno scoperto che lo stesso, oltre ad essere privo di patente in quanto mai conseguita, aveva addosso un coltello a serramanico, senza averne alcun motivo. È stato quindi deferito in stato di libertà per porto abusivo di coltello e guida senza patente.
Anche un’altra persona, un uomo, controllata durante il finesettimana, è stata trovata priva di patente in quanto sospesa e deferita all’Autorità Giudiziaria.
 
Durante un intervento presso un noto ristorante di Gallipoli i Carabinieri hanno deferito in stato di libertà M.A.F. classe 32enne che, visibilmente ubriaco, si era presentato brandendo due coltelli da cucina con lama lunga oltre 45 cm. È stato, quindi, deferito per porto abusivo di coltello.
 
19 i segnalati alla Prefettura per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti. Si tratta per lo più di ragazzi giovanissimi, trovati in possesso di sostanze stupefacenti, soprattutto hashish.