Ancora violenza in città. Picchiato e ferito alla testa cittadino rumeno

L’episodio si è verificato nella serata di ieri nei pressi della Camera di Commercio di Lecce. L’uomo si trova ricoverato presso il ‘Vito Fazzi’ e, fortunatamente, non è in pericolo di vita.

Un nuovo episodio di violenza in città, uno di quelli che necessitano dell’intervento delle Forze dell’ordine. Nella nottata appena trascorsa la Polizia di Stato ha proceduto all’arresto di due cittadini rumeni per il reato di tentato omicidio, in concorso.
 
La Volante è intervenuta su segnalazione per una rissa in via Petraglione, a pochi passi dalla sede della Camera di Commercio, dove gli agenti hanno trovato un uomo riverso per terra in condizioni che sono apparse subito gravi: una chiazza di sangue sotto la testa e copioso sangue che fuoriusciva dalla bocca. Subito è scatta la chiamata al 118 e così l’uomo è stato trasportato in ambulanza presso l’ospedale “V. Fazzi”.
 
Nelle prime battute dei momenti più concitati dall’arrivo delle volanti, gli agenti hanno bloccato uno dei due aggressori, B.M., rumeno di 45 anni, che si trovava vicino all’uomo riverso per terra e che, alla vista della Polizia, aveva cercato di allontanarsi.
 
Dalle indicazioni ricevute successivamente, gli operatori sono riusciti a risalire all’identità di un'altra persona, in quanto si trattava di un uomo che era stato notato in passato in compagnia del primo fermato. Dopo brevi attività di indagine è stato così fermato anche B.G., cittadino rumeno, il quale ha ammesso di avere avuto poco prima una discussione con un uomo e di avergli sferrato solo un pugno, fuggendo poi con la sua bicicletta e lasciando sul posto il suo amico B.M.

I fatti sembrerebbero essersi svolti intorno alle ore 20.00, di ieri, quando, la vittima sarebbe stata dapprima circondato e successivamente picchiata 'a sangue', per poi essere colpito alla testa con un oggetto contundete che gli ha causato una grave ferita alla testa. 
 
I due rumeni sono stati inevitabilmente tratti in arresto, mentre il ferito è stato ricoverato con prognosi riservata per “trauma cranico minore, trauma facciale da percosse, frattura della rocca petrosa”.

Il tutto avviene dopo l’episodio registrato nella serata di sabato nei pressi di Porta San Biagio a Lecce, a seguito del quale, un 25enne è finito al pronto soccorso del nosocomio salentino.

 



In questo articolo: