Apre il gas e minaccia di far saltare in aria la palazzina. Alba di follia in via Abruzzi

Tragedia fortunatamente scampata in via Abruzzi, nel quartiere Leuca a Lecce dove un uomo fuori di sé ha tentato più volte il suicidio prima aprendo il gas poi minacciando di lanciarsi nel vuoto. Momenti drammatici anche per le forze dell?ordine chiamate ad intervenire.

Risveglio drammatico e movimentato per i residenti di Via Abruzzi, nel quartiere Leuca di Lecce che, all’alba di questa mattina, si sono riversati in strada un po’ incuriositi, un po’ spaventati dalle urla esagitate provenienti da un appartamento situato all’angolo con via Dalmazia. Dentro un uomo, di cui ancora non sono state fornite le generalità, completamente fuori di sé che – non è dato sapere il motivo preciso – ha iniziato a dare in escandescenza. Non solo ha distrutto tutto ciò che gli è capitato a tiro, ma ha anche lanciato diversi oggetti dal balcone, rischiando seriamente di ferire qualche ignaro passante che, in quel momento, si trovava per caso nei paraggi. Di certo con i vasi e i portacenere lanciati ha danneggiato alcune auto parcheggiate sotto.
 
In men che non si dica, la strada è stata letteralmente ‘invasa’ dalle forze dell’ordine. Ovunque volanti della polizia, auto dei carabinieri, mezzi dei vigili del fuoco, ambulanze e persino tecnici del gas pronti ad ogni evenienza. Già perché l’uomo che abita con l’anziana madre ha persino aperto il fornello del gas, minacciando di farsi saltare in aria. Un gesto estremo quanto concreto che ha reso necessario, onde evitare il peggio, non solo bloccare l’erogazione, ma anche evacuare l’intera palazzina. Spinto a farla finita, l’uomo ha anche manifestato, più e più volte, l’intenzione di lanciarsi nel vuoto. E proprio questi “propositi suicidi” del figlio hanno spinto la donna esasperata a chiedere aiuto.
 
Una vera e propria follia, insomma, che non è stato per nulla semplice fermare.  I poliziotti dopo l’autorizzazione del funzionario di turno, hanno fatto irruzione e non senza difficoltà sono riusciti a bloccare l’uomo riuscendo così ad evitare la tragedia. Consegnato ai sanitari del 118 che hanno dovuto sedarlo per l’uomo è scattato il TSO, il trattamento sanitario obbligatorio in Ospedale. 



In questo articolo: