Nasconde in casa cocaina, hashish e 19mila euro in contanti. 47enne di nazionalità marocchina in carcere

L’uomo, residente a Ruffano, è stato arrestato dagli agenti di Polizia del Commissariato di Taurisano al termine di una perquisizione domiciliare.

Alla vista degli uomini delle Forze dell’Ordine, ha cercato di allontanarsi facendo finta di nulla, ma ciò non è servito, perché è stato fermato, controllato e al termine delle verifiche per lui si sono aperte le porte del carcere.

Nel pomeriggio di ieri, gli agenti del Commissariato di Taurisano, al termine di un’operazione di Polizia finalizzata al contrasto del fenomeno dello spaccio di stupefacenti hanno arrestato un 47enne di origine marocchina, pluripregiudicato per reati dello stesso genere e residente a Ruffano.

I fatti

Gli i poliziotti nel corso di un servizio di controllo del territorio di Ruffano verso le 17:30 hanno notato un uomo che alla vista della volante, ha cercato di allontanarsi repentinamente dal posto, insospettiti dal tale atteggiamento, quindi, hanno provveduto a fermarlo per un controllo.

L’uomo K.H. 47enne di nazionalità marocchina, ripetiamo, già noto alle Forze dell’Ordine per reati inerenti la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti, residente nel comune del Sud Salento, è stato fermato proprio nei pressi della sua abitazione e considerato lo stato di forte tensione nel corso degli accertamenti, si è deciso di svolgere una perquisizione domiciliare.

La verifica ha portato al sequestro di oltre 150 grammi di cocaina, contenuta i due bustine di cellophane trasparente sottovuoto e poco meno di 100 grammi di hashish, contenuta in una confezione di colore verde. Inoltre, sono stati trovati tre bilancini di precisione, materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi e la somma in contanti di 19mila euro in banconote di vario taglio, probabile provento dell’attività di spaccio.

Al termine degli accertamenti, è stato avvisato il Pubblico Ministero di turno, che ha disposto il sequestro del materiale rinvenuto e la traduzione del 47enne in carcere.

L’arestato è difeso dall’avvocato Simone Viva e comparirà nelle prossime ore davanti al gip per l’udienza di convalida.



In questo articolo: