In un B&B del centro di Lecce con due donne, ma era ricercato. Arrestato grazie a un alert

Un alert giunto alla sala operativa della Questura di Lecce ha permesso agli agenti di “trovare” un rumeno ricercato con un mandato di arresto europeo

Aveva scelto un B&B del centro storico di Lecce per soggiornare in compagnia di due donne, ma era ricercato. Su di lui, un rumeno di 25 anni, pendeva un mandato di arresto europeo, ma il ‘soggiorno’ nella struttura ricettiva lo ha tradito. Grazie all’alert giunto alla sala operativa della Questura tramite il “servizio alloggiati” gli agenti lo hanno ‘trovato’ e arrestato.

Tutto è cominciato quando una volante, impegnata in un controllo del territorio è stata inviata dalla sala operativa in un B&B del centro di Lecce, dopo che un alert, giunto tramite il “servizio alloggiati”, aveva segnalato la presenza di un uomo colpito da mandato d’arresto europeo.

Il 25enne rumeno si trovava nella struttura insieme a due donne, della stessa nazionalità, con precedenti di polizia. Il mandato d’arresto emanato dal Tribunale di Bailesti per i reati di percosse e lesioni personali volontarie, prevede che l’uomo sconti un anno di reclusione.
Dopo le verifiche effettuate dalla Divisione Interpol, l’uomo è stato arrestato ed accompagnato presso la casa circondariale Borgo San Nicola, a disposizione del Presidente della Corte d’Appello di Lecce.