Rapina e pestaggio presso la tabaccheria di un distributore di benzina. Arrivano due assoluzioni

Invece, il pubblico ministero, aveva invocato la condanna a sei anni di reclusione per ciascuno dei presunti rapinatori. Accolta la richiesta della difesa.

Arriva l’assoluzione per i due imputati accusati della rapina e del pestaggio presso la tabaccheria del distributore di carburanti “Total Erg” a Martano.

Il gup Laura Liguori, al termine del rito abbreviato, ha assolto, “per non aver commesso il fatto”: G. B., 34 anni, e C. S., 26enne, entrambi di Martano.

È stata così accolta la richiesta di assoluzione avanzata dall’avvocato Stefano Pati.

Invece, il pubblico ministero Luigi Mastroniani, aveva invocato la condanna a sei anni di reclusione per ciascuno.

Rispondevano di rapina aggravata e furto aggravato, in relazione alla fuga su di un’Alfa 147, rubata la notte precedente a Maglie.

I fatti risalgono all’1 febbraio del 2018. Sulla scorta delle indagini condotte dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Maglie, i due avrebbero compiuto una violenta rapina per il valore complessivo di 10mila euro, nel corso della quale venne puntata una pistola sull’addome di un dipendente, per ottenere la consegna dei soldi e delle chiavi del magazzino. L’uomo che tentava di reagire, veniva colpito con calci e pugni.

La rapina avvenne poco prima delle 5 del mattino sulla strada che collega Martano e Galatina.  I rapinatori armati fecero irruzione all’alba all’interno del distributore di carburante Total Erg. Si impossessarono di 600 euro e fecero incetta di stecche di sigarette, per poi fuggire via a bordo di un’Alfa Romeo di colore scuro.



In questo articolo: