Cade dalla scala a casa del cugino, trauma cranico per un 47enne di Matino

Dopo una disattenzione o un capogiro c’è stata la caduta dalla scala. L’episodio è avvenuto nel garage del parente della vittima a Racale, in via Marsala. Così, l’uomo è improvvisamente caduto a terra davanti allo sguardo del cugino.

Dai lavori di manutenzione in casa del cugino al ricovero in ospedale il passo è stato breve. È durato, infatti, il tempo di una bruttissima e pericolosissima caduta dalla scala su cui stava svolgendo il proprio lavoro di supporto al parente. Una brutta disavventura quella occorsa questa mattina a Francesco Seidita, 47enne di Matino, vittima di un incidente domestico che poteva costargli caro.

I lavori di manutenzione a casa del cugino, come detto, non sono andati a buon fine, e dopo una disattenzione o un capogiro c’è stata la caduta dalla scala. L’episodio è avvenuto nel garage del parente della vittima a Racale, in via Marsala. Così, mentre si trovava in cima ad una scala, l’uomo è improvvisamente caduto a terra sotto lo sguardo sbigottito e terrorizzato del cugino che ha subito lanciato l’allarme.

Immediatamente dopo la brutta caduta, è arrivata la chiamata dei familiari al 118 e sul posto è subito giunta un’ambulanza che ha trasportato d’urgenza il ferito al nosocomio leccese, dove è approdato in codice rosso.

L’uomo, ricoverato nel reparto di Neurochirurgia dell’ospedale leccese, avrebbe riportato alcune escoriazioni e un trauma cranico ma non sarebbe in pericolo di vita. I medici, infatti, gli hanno assegnato una prognosi di circa 30 giorni, che potrà essere risolta quindi circa in un mesetto. Sul luogo dell’incidente, oltre alle strutture sanitarie, sono intervenuti anche i carabinieri della compagnia di Casarano, diretti dal capitano Aniello Mattera, per i rilievi e gli accertamenti di rito.



In questo articolo: